dalla Home

Attualità

pubblicato il 20 marzo 2013

Auto ibrida ed elettrica, è nato il soccorso specializzato

L'idea è di IMA Italia Assistance che opera con il Gruppo Unipol, Intesa Sanpaolo Assicura e Peugeot-Citroen

Auto ibrida ed elettrica, è nato il soccorso specializzato

La diffusione di auto ibride ed elettriche sta naturalmente cambiando il mondo dell'assistenza e della riparazione. Bosch ha iniziato la formazione nelle officine e nel campo dell'assistenza stradale ha debuttato in Italia il primo servizio dedicato ai veicoli ibridi ed elettrici. L'idea è del gruppo IMA Italia Assistance - società che opera con il Gruppo Unipol, Intesa Sanpaolo Assicura e Peugeot-Citroen - che sta sviluppando una rete certificata capace di intervenire per la messa in sicurezza delle auto ibride ed elettriche su tutto il territorio nazionale. Dato che IMA Italia opera in modalità BtoB il costo dell’intervento è difficile da stimare. All’automobilista non costa nulla direttamente perché, ad esempio, se è assicurato con Unipol o ha una Peugeot ibrida l’assistenza è contemplata (o comunque nel contratto con l’assicurazione si estende la polizza anche a questo tipo di servizio ed il costo va su quello della polizza, ma è sempre l’assicurazione a determinarlo). Ad ogni modo siamo solo all'inizio e nei prossimi mesi potranno esserci degli sviluppi.

La creazione della rete di assistenza segue i dati di mercato. Secondo l'Unrae negli ultimi dieci anni le auto ibride ed elettriche immatricolate sono passate da 153 nel 2002 a 7.660 nel 2012; con un balzo del 40% delle vendite nei soli ultimi due anni. Il trend di crescita viene confermato anche dai primi due mesi del 2013 con 2.001 veicoli immatricolati. "Sono ancora numeri piuttosto piccoli se confrontati all’intero mercato auto, ma sono numeri che evidenziano nuove esigenze e richiedono nuove soluzioni", ha detto Nicola Albarino, responsabile direzione rete fornitori di IMA Italia Assistance. Partendo dal presupposto che nessuna vettura è immune ai guasti, ogni centro IMA (su tutta italia ci sono 500 soccorritori stradali) è stato formato con un corso specifico per arrivare a quella che tecnicamente viene chiamata "abilitazione di livello 1". Le auto elettriche hanno infatti delle specifiche caratteristiche e sono diverse tra loro. Per esempio, prima di intervenire è necessaria la messa in sicurezza, quindi occorre scaricare le tensioni capacitative del veicolo. Inoltre, è vietato il traino con le ruote anteriori sospese perché si potrebbe generare corrente ad alta tensione durante il trasporto. Il centro IMA, oltre a svolgere l'attività di soccorso stradale, si occupa anche della riparazione del veicolo (officina e carrozzeria) e della fornitura del veicolo sostitutivo.

Autore:

Tag: Attualità , auto elettrica , auto ibride


Top