dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 20 marzo 2013

Il consumo di benzina è in lieve ripresa

A febbraio c'è stata una crescita del 3,8%, ma il diesel prosegue la discesa con un -2,1%

Il consumo di benzina è in lieve ripresa

Sono piccoli numeri, ma fanno notizia. In un mercato dell'auto in recessione, dove si vende sempre meno (sia in concessionaria che dal benzinaio), si apprende che a febbraio i consumi di benzina sono cresciuti del 3,8%. L'incremento non è certo rilevante perché il confronto si fa con un febbraio 2012 in calo del 20,3%, ma è comunque significativo perché rappresenta il primo segnale in controtendenza dopo 12 mesi consecutivi in calo. Continua però ad andare male il gasolio per autotrazione, i cui consumi sono scesi del 2,1% dopo sedici mesi di caduta. Stando alle elaborazioni del Centro Studi Promotor, i consumi complessivi di febbraio dei due carburanti hanno comunque riportato in crescita il gettito derivante da accise ed Iva che passa dai 2,587 miliardi del febbraio 2012 ai 2,652 miliardi del febbraio scorso con una crescita di 65 milioni.

Questo incremento compensa in parte il calo del gettito di gennaio che era stato di 150 milioni e porta la contrazione del primo bimestre a 85 milioni. E' un dato ancora negativo che allenta però le preoccupazioni per le entrate dello Stato che erano emerse con la prima contrazione del gettito di benzina e gasolio auto determinatasi in dicembre e seguita da un nuovo calo in gennaio. Per un consolidamento del recupero del gettito occorre però che la crescita dei consumi continui per la benzina e si estenda anche al gasolio auto. Il Centro Studi Promotor propone ancora una volta di ridurre i prezzi alla pompa di benzina e gasolio e chiede al nuovo Governo di avere "la volontà e la capacita di varare misure che abbiamo effetti immediati sulla crescita, dato che il calo dei consumi è legato, non solo ai prezzi elevati, ma anche alla gelata dell'economia".

Autore:

Tag: Mercato , carburanti alternativi , carburanti


Top