dalla Home

Novità

pubblicato il 14 marzo 2013

Mitsubishi Outlander PHEV

Il nuovo SUV ibrido plug-in raccoglie il meglio della tecnologia e offre la trazione integrale elettrica permanente. In vendita dall’estate

Mitsubishi Outlander PHEV
Galleria fotografica - Mitsubishi Outlander PHEVGalleria fotografica - Mitsubishi Outlander PHEV
  • Mitsubishi Outlander PHEV - anteprima 1
  • Mitsubishi Outlander PHEV - anteprima 2
  • Mitsubishi Outlander PHEV - anteprima 3
  • Mitsubishi Outlander PHEV - anteprima 4
  • Mitsubishi Outlander PHEV - anteprima 5
  • Mitsubishi Outlander PHEV - anteprima 6

Un nuovo veicolo elettrico si affaccia sul mercato europeo: è il nuovo Mitsubishi Outlander PHEV che a partire dall’estate 2013 porterà nel Vecchio Continente la novità assoluta del SUV ibrido plug-in seriale/parallelo 4WD con due motori elettrici, uno per asse. Per la prima volta con Mitsubishi Outlander PHEV è infatti possibile guidare una vettura dotata di motore termico, due elettromotori che garantiscono la trazione integrale e una presa di corrente per ricaricare le batterie al litio. Sulla carta si tratta di una della ibride plug-in più evolute e promettenti del mercato, ancor più sofisticata di quanto già proposto dal gruppo PSA, da Toyota e da Volvo

BAGAGLIAIO QUASI INTATTO
A fronte di questa importante innovazione tecnologica la caratterizzazione estetica di Mitsubishi Outlander PHEV passa probabilmente in secondo piano, ma qualche differenza rispetto all’Outlander “convenzionale” c’è. Una prima distinzione è data dal nuovo colore Technical Silver, dalla griglia anteriore ridisegnata, dalle luci posteriori a LED, dai cerchi in lega da 18” e dai paraurti in tinta carrozzeria. Dentro Mitsubishi Outlander PHEV si può invece notare la plancia speciale, la strumentazione a contrasto con l’indicatore energetico e la leva del cambio tipo joystick. Anche la capacità del bagagliaio è stata ridotta solo di 14 litri, passando dagli originari 477 ai 463 litri della PHEV. Per ospitare la nuova meccanica al posteriore il pianale di carico è stato sollevato di 19 mm.

4WD ELETTRICO
Il cuore pulsante di Mitsubishi Outlander PHEV mette assieme dall’esperienza accumulata del costruttore giapponese con la trazione integrale di Lancer Evolution e con l’elettrica i-MiEV. Quel che ne scaturisce è un sistema ibrido che sfrutta il motore a benzina di 2 litri e 121 CV posto all’avantreno accoppiato a due motori elettrici da 82 CV (60 kW) che agiscono sui due assi. A questo si aggiunge ovviamente un pacco batterie agli ioni di litio da 80 celle e 12 kWh ricaricabile sia in marcia che durante le soste da una comune presa elettrica. Come sulle EV manca un cambio vero e proprio, sostituito da una serie di ingranaggi che trasmettono il moto dal motore termico alle ruote anteriori. La trazione integrale elettrica permanente denominata Twin Motor 4WD sfrutta ciascun motore per alimentare il rispettivo asse in modo indipendente e utilizza il sistema S-AWC derivato da Lancer Evolution per una marcia fluida e omogenea e una maggiore sicurezza attiva. La distribuzione del peso tra parte anteriore e posteriore fa segnare un 55-45%.

TRE MODALITA’ DI MARCIA
La modalità di marcia viene selezionata automaticamente da Mitsubishi Outlander PHEV a seconda delle condizioni di guida e può variare da elettrica pura a ibrida in serie a ibrida in parallelo. Questo significa che in modalità elettrica pura EV il nuovo Mitsubishi Outlander PHEV è un SUV a trazione integrale permanente Twin Motor 4WD alimentato solo dalle batterie, con una velocità massima di 120 km/h e un’autonomia di oltre 52 km. La modalità ibrida seriale (EV con trazione integrale Twin Motor 4WD supportata dal generatore termico) entra in campo quando si superano i 120 km/h, si accelera o quando la carica della batteria scende sotto il 30%. Il funzionamento di Mitsubishi Outlander PHEV come ibrido parallelo si attiva solitamente sui percorsi extraurbani, quando il motore a benzina aziona l’asse anteriore supportato dai due motori elettrici collegati ad avantreno e retrotreno e il generatore distribuisce la coppia supplementare per ottimizzare l’efficienza del motore e ridurre il consumo della batteria. Il passaggio da una modalità all’altra è totalmente automatico e la presenza della trazione integrale elettrica permette di controllare con la massima precisione il sistema 4WD, garantendo al contempo l’erogazione istantanea del 100 % della coppia motrice.

RICARICA VELOCE IN 30 MINUTI
Per la ricarica delle batterie Mitsubishi Outlander PHEV prevede addirittura cinque diverse procedure. La più semplice e nota agli utilizzatori di auto elettriche è quella da una normale presa elettrica (240 V - 15 A), dove occorrono 4 ore per una ricarica completa. Avendo a disposizione un dispositivo di ricarica veloce CHAdeMO bastano invece 30 minuti per arrivare all’80% del “pieno”. Le altre ricariche elettriche previste sono l’autoricarica in marcia in modalità in serie e in parallelo, il recupero dell’energia in frenata e la selezione manuale del “Battery Charge” che sfrutta il motore a benzina in assenza di altre fonti di energia. Oltre a questo è possibile attivare attraverso un pulsante la modalità risparmio della batteria o la modalità B (Brake) che aumenta l’uso della frenata per il recupero dell’energia. Il risultato finale è un mezzo ibrido plug-in che può raggiungere i 170 km/h, consumare in media 1.9 l/100 km (44 g/km di CO2) e percorrere complessivamente 897 km con un pieno di benzina ed elettricità.

Autore:

Tag: Novità , Mitsubishi , auto giapponesi , ginevra , auto ibride


Top