dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 8 marzo 2013

Festa della donna, i dati sulla sicurezza stradale al femminile

Secondo le statistiche le donne conducenti rimaste vittime della strada sono sette volte di più degli uomini

Festa della donna, i dati sulla sicurezza stradale al femminile

L'8 marzo è la Festa della donna e l'occasione per il Magazine dell'Automobile di ricordare i dati sulla sicurezza stradale al femminile. Secondo una ricerca citata da Viasat Group le conducenti rimaste vittime della strada sono 317 (7 volte superiore è il dato degli uomini) e quasi 61 mila quelle rimaste ferite (141.310 gli uomini). Come passeggere, invece, sono quasi 41.555 mila quelle rimaste ferite e 282 quelle decedute. Un altro dato significativo riportato da Viasat Group avverte che sono ben 11.592 le donne che sono state investite (pedoni) sulle strade (un numero superiore ai maschi) e 256 le vittime. Di queste gli anziani rappresentano la categoria più a rischio: la fascia d’età tra 70 e 84 è quella più drammaticamente colpita. Pensando proprio alla sicurezza delle donne, la nota ricorda che sul mercato ci sono dispositivi satellitari (come la Pink Box) che permettono di lanciare un SOS e di ricevere sul posto soccorsi immediati (carro attrezzi, ambulanza o anche la polizia se ci si sentisse minacciati), grazie alla Centrale Operativa, attiva 24 ore su 24 tutto l'anno.

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top