dalla Home

Live

pubblicato il 8 marzo 2013

Salone di Ginevra: nessun morto o ferito a bordo di una Volvo nel 2020

Il restyling delle serie 60, 70 e 80 non è solo di facciata, perché in Volvo la sicurezza è al primo posto

Galleria fotografica - Volvo al Salone di Ginevra 2013Galleria fotografica - Volvo al Salone di Ginevra 2013
  • Volvo al Salone di Ginevra 2013 - anteprima 1
  • Volvo al Salone di Ginevra 2013 - anteprima 2
  • Volvo al Salone di Ginevra 2013 - anteprima 3
  • Volvo al Salone di Ginevra 2013 - anteprima 4
  • Volvo al Salone di Ginevra 2013 - anteprima 5
  • Volvo al Salone di Ginevra 2013 - anteprima 6

Al Salone di Ginevra, forse il più importante appuntamento legato all’automobile, o perlomeno il più classico, c’è un manager che si presenta alla conferenza stampa in bicicletta. E’ Doug Speck, il numero due di Volvo (ovvero il senior vice president), che non sceglie a caso una due ruote fatta di legno riciclato: il messaggio da trasmettere non è soltanto quello delle tematiche ambientali legate all’automobile, perché parlando di Volvo si parla soprattutto di sicurezza. “Il nostro obiettivo - afferma Speck - è arrivare entro il 2020 a quota zero incidenti mortali o con ferite gravi. Che si tratti di persone a bordo di una Volvo, o di pedoni e ciclisti coinvolti in un’urto con una delle nostre vetture”.

“Ecco perché - continua Speck - le rinnovate Volvo S60, V60 , XC60, V70, XC70 ed S80 non sono classificabili come un semplice restyling: si tratta di un nuovo importante passo avanti in termini di sicurezza in automobile, a 360°”. Gli oltre 4.000 interventi migliorativi introdotti (il numero più alto nella storia della casa svedese), infatti, spaziano dalla strumentazione digitale TFT già vista sulla Volvo V40, passando per la nuova interfaccia tra guidatore e comandi (HMI - Human Machine Interface) chiamata Sensus fino ai fari intelligenti Active High Beam Control. Ma la bici in legno vista al Salone di Ginevra ha anche a che fare con l’ecologia, che viene tenuta in considerazione soprattutto dal turbodiesel D2 della S60, che dichiara emissioni di 106 g/km di CO2 nel ciclo combinato, che scendono a 88 g/km sulla più piccola V40.

Autore:

Tag: Live , Volvo , auto europee , ginevra


Top