dalla Home

Novità

pubblicato il 6 marzo 2013

Chevrolet Corvette Stingray Cabrio

La settima generazione della sportiva americana apre il tetto. Ha 450 CV e prestazioni identiche alla coupé

Chevrolet Corvette Stingray Cabrio
Galleria fotografica - Chevrolet Corvette Stingray CabrioGalleria fotografica - Chevrolet Corvette Stingray Cabrio
  • Chevrolet Corvette Stingray Cabrio - anteprima 1
  • Chevrolet Corvette Stingray Cabrio - anteprima 2
  • Chevrolet Corvette Stingray Cabrio - anteprima 3
  • Chevrolet Corvette Stingray Cabrio - anteprima 4
  • Chevrolet Corvette Stingray Cabrio - anteprima 5
  • Chevrolet Corvette Stingray Cabrio - anteprima 6

Dopo la presentazione della settima generazione della Corvette, Chevrolet svela al Salone di Ginevra (7-17 marzo 2013) la Corvette Stingray Cabrio, dotata di una tradizionale capote, ma ad azionamento elettrico. La nuova versione scoperta della sportiva americana per eccellenza propone 450 CV e un livello prestazionale pari a quello della Coupé.

CAPOTE IN TESSUTO
Lo stile della Chevrolet Corvette Stingray Cabrio non cambia rispetto alla versione coupé, se non per quel che riguarda le modifiche per la realizzazione del tetto: a vettura chiusa, la versione convertibile si fa notare per la capote, bassa, compatta e dal design essenziale, che copre l'abitacolo a due posti prima dell'assale posteriore, lasciando ampio spazio per il volume di coda; a vettura aperta, si notano i pannelli con finiture nere dietro ai poggiatesta e la linea di cintura che prosegue in modo fluido sul baule di coda, avvicinandosi verso il centro. La capote è azionabile elettricamente anche a distanza, mediante il telecomando della chiave, o con l'auto in movimento, fino alla velocità di 50 km/h, ed è realizzata con tessuto a tre strati e imbottitura fonoassorbente, mentre il lunotto è in vetro. Gli interni conservano i materiali di pregio della coupé, con finiture in vera fibra di carbonio e alluminio, e rivestimenti in pelle rifiniti a mano.

LO STESSO TELAIO IN ALLUMINIO DELLA COUPE'
La Corvette Stingray Cabrio non è esattamente una "derivata" dalla coupé, ma un progetto nato praticamente in parallelo: questo ha permesso di limitare il più possibile i cambiamenti, utilizzando il medesimo telaio in alluminio, più rigido del 57% e più leggero di 45 kg rispetto al precedente telaio in acciaio, senza la necessità di rinforzi strutturali. Sono mantenuti anche il cofano in carbonio, e altri elementi come paraurti e portiere in materiale composito. Le uniche differenze riguardano soltanto l'alloggiamento della capote e la posizione degli attacchi delle cinture di sicurezza. All'interno sono previste anche le altre opzioni della coupé, tra cui il sistema di infotainment con due schermi da 8" e i sedili leggeri e sportivi in due opzioni, che prevedono entrambe la struttura in magnesio.

V8 DA 450 CV
L'obiettivo dei progettisti era mantenere gli stessi livelli prestazionali per le versioni aperta e chiusa, anche con l'impiego del medesimo motore V8 da 6,2 litri con iniezione diretta di benzina, che eroga 450 CV di potenza massima e con coppia massima di 610 Nm: le prestazioni, pertanto, sono praticamente equivalenti a quelle della Corvette Stingray coupé, anche se ufficialmente i valori non sono stati dichiarati. Le doti stradali dovrebbero comunque essere esaltate sia dalle sospensioni a doppio triangolo su entrambi gli assali, sia dalla distribuzione delle masse al 50% tra anteriore e posteriore.

IN ARRIVO A FINE ANNO
Anche per la Corvette Cabrio è disponibile il Drive mode selector, con cinque modalità di guida selezionabili, e un nuovo cambio manuale a 6 rapporti con sistema Active Rev Matching, che anticipa la cambiata in funzione del regime del propulsore, oppure un automatico a 6 rapporti e leve al volante; è inoltre previsto il Performance Package Z51, comprendente una nuova configurazione aerodinamica, il differenziale elettronico a slittamento limitato, la lubrificazione a carter secco, i freni potenziati, un sistema di raffreddamento di trasmissione e differenziale e i cerchi più grandi (19" all'anteriore e 20" al retrotreno, contro i cerchi da 18” e 19” di serie), il tutto finalizzato all'uso in pista. Entrambe le Corvette C7, coupé e cabrio, arriveranno nei mercati internazionali alla fine del 2013, con pochissime modifiche rispetto alle versioni USA, quali fari, tergilavafari e specchietti esterni.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Chevrolet , auto americane , ginevra


Top