dalla Home

Mercato

pubblicato il 1 marzo 2013

Suzuki rilancia: da oggi al 2016 quattro nuovi modelli compatti

Il marchio giapponese punta tutto sui segmenti A, B, e C. Si comincia con il crossover S-Cross

Suzuki rilancia: da oggi al 2016 quattro nuovi modelli compatti
Galleria fotografica - Suzuki S-Cross ConceptGalleria fotografica - Suzuki S-Cross Concept
  • Suzuki S-Cross Concept - anteprima 1
  • Suzuki S-Cross Concept - anteprima 2
  • Suzuki S-Cross Concept - anteprima 3
  • Suzuki S-Cross Concept - anteprima 4

E' arrivato il momento del rilancio per il marchio Suzuki, che dopo le difficoltà del ramo auto negli USA e il prematuro naufragio del matrimonio con Volkswagen che sembrava promettente si prepara a lanciare da qui al 2016 un nuovo modello all'anno, con una strategia che si concentrerà principalmente sui segmenti A, B e C, quelli decisivi per tutti i costruttori perché è in questa fascia di mercato che si fanno i volumi più grandi soprattutto sui mercati emergenti dell'Asia, del Sudamerica e della regione indiana, ma anche in Europa dove i tre segmenti insieme rappresentano oltre il 50% del mercato europeo. Il primo segmento su cui Suzuki si rafforzerà sarà il C con il lancio di S-Cross il primo crossover compatto progettato da Suzuki che sarà presentato al prossimo Salone di Ginevra (7-17 marzo), la cui commercializzazione in Italia è stata prevista per l’autunno 2013.

Seguiranno altre novità al ritmo di una all’anno, a cominciare da un nuovo modello per il segmento A che sarà lanciato nel 2014 e a cui farà seguito nel 2015 un nuovo SUV compatto, mentre per il segmento B ad Hamamatsu stanno lavorando a una new entry che vedrà la luce nel 2016. Parallelamente il marchio giapponese proseguirà sulla strada intrapresa nell’ultimo decennio per lo sviluppo di auto e moto alimentati da combustibili alternativi a quelli fossili. Tra le auto elettriche è stato recentemente presentato il prototipo di Suzuki Swift Range Extender con propulsione elettrica abbinata ad un motore termico che funge da range extender e che carica le batterie della vettura quando l’auto è in movimento. Dalla joint venture con l’inglese Intelligent Energy Holdings PLC è nata Smile FC System Corporation che permetterà di investire nello sviluppo di veicoli alimentati da pile a combustibile alimentate ad idrogeno. Questa tecnologia è già allo studio dei laboratori Suzuki, che hanno già realizzato il prototipo SX4-FCV e stanno lavorando alla realizzazione di uno scooter destinato al mercato europeo.

Autore:

Tag: Mercato , Suzuki , auto giapponesi


Top