dalla Home

Mercato

pubblicato il 28 gennaio 2013

Toyota e BMW collaborano su ambiente e sportività

Nuovi accordi vincolanti per nuovi tipi di batterie, una piattaforma sportiva e materiali ultraleggeri

Toyota e BMW collaborano su ambiente e sportività

La collaborazione tra Toyota e BMW è impostata su un protocollo d'intesa firmato nel giugno 2012, che prevede la progressiva realizzazione di accordi vincolanti su singoli progetti comuni; alcuni di questi accordi sono stati firmati proprio [oggi], 24 gennaio 2013. Innanzi tutto, è prevista una collaborazione congiunta per un nuovo sistema di celle a combustibile, componenti per veicoli sportivi e lo sviluppo di tecnologie ultraleggere. Poi, Toyota e BMW realizzeranno insieme studi su nuove batterie al litio-aria, che fanno seguito alla precedente ricerca sulle batterie agli ioni di litio di ultima generazione.

CELLE A COMBUSTIBILE ENTRO IL 2020 E BATTERIE LITIO-ARIA
Nello specifico, i due marchi condivideranno le proprie tecnologie per creare un sistema di base per veicoli equipaggiati di celle a combustibile, considerate come una delle soluzioni più adatte a realizzare veicoli a zero emissioni. Il progetto comprende lo studio di un serbatoio per l’idrogeno, di un motore e di una batteria, che dovrà completarsi entro il 2020; saranno anche studiati sia un’infrastruttura per la distribuzione dell'idrogeno, sia i criteri per la diffusione effettiva di questa tecnologia. Un secondo accordo prevede di effettuare una nuova ricerca per sviluppare una batteria al litio-aria, che possiede una densità energetica molto superiore a quella delle batterie agli ioni di litio.

UNA PIATTAFORMA PER VEICOLI SPORTIVI E NUOVI MATERIALI ULTRALEGGERI
Gli accordi prevedono anche uno studio di fattibilità per realizzare una piattaforma per un "nuovo veicolo sportivo di taglia media", che dovrà essere terminato entro il 2013; questa piattaforma disporrà di tecnologie condivise per ottenere una buona qualità, ma anche per diventare una base solida per progettare futuri veicoli sportivi dei due gruppi. Sta inoltre per iniziare lo sviluppo congiunto di materiali ultraleggeri per la scocca dei veicoli, tra cui i compositi rinforzati; anche in questo caso, la tecnologia sarà impiegata su una piattaforma sportiva, e su singoli prodotti Toyota e BMW.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Mercato , inquinamento


Top