dalla Home

Home » Argomenti » Incentivi auto

pubblicato il 28 gennaio 2013

Incentivi auto 2013, tra poco disponibili tramite Internet

Il decreto di attuazione sta per essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale, ma i fondi restano molto limitati

Incentivi auto 2013, tra poco disponibili tramite Internet

Ormai è questione di giorni. Gli incentivi all'auto a basse emissioni 2013-2015, dopo essere stati approvati ad agosto con il Decreto Sviluppo, stanno per essere messi a disposizione degli italiani. Il decreto di attuazione, che fino ad oggi non ha permesso agli automobilisti di approfittare degli incentivi, è già passato al vaglio della ragioneria di Stato ed ora, come ha confermato ad OmniAuto.it una fonte vicina al Ministero dello Sviluppo Economico, "siamo nella fase della registrazione". La doppia firma al documento, quella del Ministro dello Sviluppo Economico e del Ministro dell'Economia, ha richiesto del tempo ed ora il testo è tornato per essere registrato alla Corte dei Conti. Solo dopo quest'ultima tappa burocratica verrà pubblicato in Gazzetta ufficiale, ma niente paura, assicura il Ministero, per accelerare i tempi, se sarà necessario, verrà attivata una procedura d'urgenza per la pubblicazione. E' questione di giorni ed il sito Internet che permetterà ai potenziali acquirenti di prenotare gli incentivi è già pronto. Ed è probabile che sarà una "corsa all'oro" visto che le risorse sono limitate: 40 milioni di euro per il 2013; 35 milioni per l'anno 2014 e "nel 2015 verrà anche ridotta al 15% la percentuale del contributo ed abbassati i tetti massimi".

GLI INCENTIVI SI PRENOTANO ONLINE, MA SONO POCHI
Dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto di attuazione per gli incentivi auto ci vogliono 30 giorni per cominciare ad approfittarne. Tuttavia il Ministero si è già attivato ed in corrispondenza con la pubblicazione in Gazzetta verrà messo a disposizione il sito creato appositamente per dare agli italiani tutte le informazioni necessarie per orientarsi e capire bene come funziona. Anche i concessionari avranno a disposizione fin da subito la piattaforma gestionale necessaria per la prenotazione degli incentivi. Ricordiamo infatti che i fondi sono limitati e quindi vanno prenotati. Il venditore, tramite questa piattaforma online, potrà verificarne in tempo reale la disponibilità e procedere con la vendita dell'auto incentivata. Ricordiamo però che le critiche agli incentivi auto 2013-2015 sono state molte proprio perché riguardano solo i veicoli ecologici ed i fondi sono pochi. Le risorse disponibili sono state diminuite rispetto al disegno originario e la rottamazione riguarda le flotte e non i privati, mentre forse sarebbe stato meglio l'inverso dal momento che è più spesso l'auto privata ad essere vecchia e da rottamare. Ai privati resteranno "le briciole", come sostiene Federauto, per questo gli incentivi sono stati ritenuti da molti addetti ai lavori "dannosi, insufficienti e controproducenti". "Affosseranno ulteriormente il mercato" è la previsione dei concessionari.

INCENTIVI AUTO IN ARRIVO ANCHE DALL'EUROPA, FORSE
Le disposizioni 2013 sono bloccate, ma quelle per i prossimi due anni potrebbero cambiare. L'Europa sta lavorando ad un programma di incentivi all'auto a basse e emissioni e l'Italia, che già ne sta seguendo il dibattito a Bruxelles, è pronta a recepirne le eventuali direttive. Potrebbe trattarsi anche di incentivi che arriveranno sotto forma di sgravi fiscali, ma è presto per parlarne. Di certo il prossimo governo potrà decidere di tornare sull'argomento ed eventualmente modificare le disposizioni sugli incentivi auto 2014 e 2015.

DECRETO SVILUPPO
Riportiamo di seguito il testo originale del Decreto sugli incentivi auto 2013-2015:

Autore:

Tag: Mercato , incentivi


Top