dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 10 gennaio 2013

USA, la NHTSA vuole dare un "rumore" alle auto elettriche

Lo standard sarà un fruscio simile a quello delle vetture con motore termico e permetterà di evitare 2.800 incidenti all'anno

USA, la NHTSA vuole dare un "rumore" alle auto elettriche

Le auto elettriche, ma anche alcune ibride che possono funzionare in modalità "full electric", sono praticamente invisibili ai pedoni per via della loro silenziosità di funzionamento. Un problema che i costruttori hanno cominciato a cercare di risolvere autonomamente ormai da qualche anno e che nel 2010 aveva sollevato le preoccupazioni della Associazione statunitense dei non vedenti, che aveva chiesto al Ministero dei Trasporti di Washington di stilare una norma che richiedesse che le auto elettriche ed ibride emettessero un suono riconoscibile dagli utenti della strada, pedoni, ciclisti e soprattutto da coloro che soffrono di disturbi alla vista.

Da oggi, almeno negli USA, un suono standard per elettriche ed ibride potrebbe essere imposto per legge perché la NHTSA, l'autorità per la sicurezza stradale americana, dopo una ricerca avviata con il Pedestrian Safety Enhancement Act adottato dal Congresso USA nel 2010, ha varato una proposta di legge che stabilisce le caratteristiche dei suoni che dovranno avvertire gli utenti della strada della presenza di una vettura a propulsione elettrica in avvicinamento, in sosta, in retromarcia e comunque in marcia fino alla velocità di 30 km/h. Niente soluzioni fantasiose, ma un fruscio simile a quello di una vettura con propulsore termico, privo però di quello del rotolamento dei pneumatici, disegnato secondi criteri psicoacustici che privilegiano la riconoscibilità in un ambiente urbano con rumore di fondo a 55 dB (un esempio a questo link. Secondo le stime della NHTSA si potranno evitare 2.800 incidenti con pedoni e ciclisti.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , auto elettrica , sicurezza stradale , usa


Top