dalla Home

Mercato

pubblicato il 8 gennaio 2013

Fiat Panda contro Volkswagen up! a metano: qual è la piccola più economica?

Due cittadine attente all'ambiente, pronte ad una interessante sfida nel mercato italiano

Fiat Panda contro Volkswagen up! a metano: qual è la piccola più economica?
Galleria fotografica - Volkswagen eco up!Galleria fotografica - Volkswagen eco up!
  • Volkswagen eco up! - anteprima 1
  • Volkswagen eco up! - anteprima 2
  • Volkswagen eco up! - anteprima 3
  • Volkswagen eco up! - anteprima 4
  • Volkswagen eco up! - anteprima 5
  • Volkswagen eco up! - anteprima 6

Quali sono le vetture cittadine con motore termico più pulite e parsimoniose del mercato italiano? La scelta al momento si concentra su due concorrenti principali: la Fiat Panda Natural Power, erede della vettura a metano più venduta in Italia (potete leggere qui la nostra prova), e la recentissima Volkswagen eco up! a metano (qui la nostra prova), affiancata dalle "sorelle" Seat Mii e Skoda Citigo. Preso atto della convenienza al momento di fare rifornimento, quale delle due è effettivamente la più parsimoniosa e quella che consente i maggiori risparmi senza rinunciare a prestazioni e praticità d'uso?

I SERBATOI NON INCIDONO SULLO SPAZIO
Entrambe le vetture presentano dimensioni compatte, inferiori ai 4 metri, e una carrozzeria a 5 porte, l'unica disponibile per la Panda, in opzione sulla eco up! con sovrapprezzo di 500 euro; le 5 porte aumentano molto la praticità d'uso delle due cittadine, e nella up! hanno un ampio angolo di apertura, simile a quello delle porte anteriori. Le due auto sono omologate per 4 passeggeri (la Panda offre il quinto posto a 225 euro), ma l'abitacolo non perde spazio rispetto alle versioni con motore a benzina o gasolio, grazie alla disposizione delle bombole; anche il bagagliaio è quasi ideantico. La Panda Natural Power prende in prestito la piattaforma alta della versione 4x4, per poter disporre il serbatoio più piccolo da 22 litri sotto il tunnel centrale, al posto dell'albero di trasmissione, e una bombola da 50 litri sotto il bagagliaio, in grado di immagazzinare globalmente fino a 12 kg di gas. Anche nella eco up! sono presenti due serbatoi da 11 kg (72 litri): una bombola da 35 litri, che affianca il serbatoio della benzina davanti alla sospensione posteriore, e un'altra posizionata dietro, al posto della ruota di scorta.

SOLO LA ECO UP! È "MONOVALENTE"
A cambiare un po' è invece la filosofia adottata per il funzionamento a benzina: la eco up! ha infatti un piccolo serbatoio da 10 litri, che consente l'omologazione come veicolo monovalente, mentre la Panda ha il medesimo serbatoio della versione a benzina (35 litri). Fiat spiega che questa scelta deriva dalla diffusione non capillare dei distributori a metano nel nostro paese che, soprattutto nei viaggi lunghi, imporrebbe frequenti soste per il rifornimento; tuttavia, alcune amministrazioni locali consentono agevolazioni maggiori per i veicoli monovalenti.

CONSUMI MEGLIO PER LA UP!, IN AUTONOMIA E PRESTAZIONI MEGLIO LA PANDA
Per ciò che riguarda i dati effettivi in merito a potenza, autonomia e consumi, i motori hanno impostazioni diverse, ma sono di progettazione recente, rivisti in modo specifico per la doppia alimentazione, e garantiscono ottime prestazioni, grazie anche al corpo vettura leggero per entrambi i modelli. La eco up! dispone di un 3 cilindri da 999 cc con potenza un poco inferiore rispetto alla versione a benzina (68 CV) e coppia massima di 90 Nm. Il consumo dichiarato è pari a 2,9 kg (4,4 m3) di metano per 100 km, con emissioni pari a 79 g/km: ciò equivale ad un'autonomia con un pieno di metano pari a 380 km, che possono sommarsi ai 220 km percorribili con la benzina, per un totale di quasi 600 km. Il motore della Panda Natural Power è invece il bicilindrico 900 turbo TwinAir lievemente depotenziato a 80 CV, più potente rispetto al motore della up! ma con emissioni di CO2 un poco superiori (86 g/km di CO2). Un pieno di metano costa 12 euro, e può garantire una percorrenza superiore ai 400 km; il consumo medio dichiarato è infatti di 3,1 kg/100 km nel ciclo combinato, 2,6 in extraurbano e 4,0 in città, con 1 kg di metano che equivale a circa 1,5 l/100 km di benzina. In sostanza, la Panda consuma un po' di più, ma garantisce con i due serbatoi un'autonomia maggiore; il motore è più potente e, sulla carta, consente prestazioni lievemente migliori (168 km/h, 0/100 km/n in 12,8 secondi contro 164 km/h e 16,3 secondi della up!). L'assetto complessivo della Panda rimane comunque "turistico": nel complesso, le due vetture sono delle cittadine economiche con un certo brio.

PREZZI SIMILI, LIEVE VANTAGGIO PER LA UP!
Per prezzi e costi di gestione, le due vetture sono dotate di motori piccoli (un mille per la up!, un 900 per la Panda) che garantiscono bassi costi di assicurazione e di gestione in generale; per la Panda vale il discorso citato sulla mancata omologazione come monovalente, anche se alcune amministrazioni agevolano comunque le auto che possono funzionare a metano. La eco up! è disponibile in tre allestimenti (Take, Move e High up!) che partono da 12.300 euro; la versione base ha già disponibile ESP, alzavetri elettrici anteriori e radio CD-mp3-aux, ma non propone il climatizzatore se non a richiesta con il Comfort pack (1.200 euro), mentre la High up! (15.520 euro per la tre porte) comprende, tra gli altri accessori, navigatore maps+more con connessione Bluetooth, volante e pomello del cambio in eco-pelle, plancia in tinta con la carrozzeria e cerchi in lega da 16". Per chi vuole risparmiare, ci sono poi le analoghe vetture con marchio Seat e Skoda: ad esempio, la Mii a metano costa circa 200 euro di meno. La Panda Natural Power costa un po' di più: è infatti disponibile negli allestimenti Pop (13.950 euro, senza clima di serie), Easy (14.700 euro), Lounge (15.950 euro) e Trekking, proposta a 17.450 euro, che ha una specifica configurazione estetica, ma prevede il navigatore a 500 euro con il Pack Techno. Gli allestimenti sono più o meno gli stessi delle corrispondenti versioni a benzina, con un aggravio di prezzo che si aggira intorno ai 2.000 euro per entrambe; il che significa che occorre una percorrenza di circa 40-50.000 km per avere un risparmio complessivo, considerando il solo rifornimento.

Galleria fotografica - Nuova Fiat Panda TrekkingGalleria fotografica - Nuova Fiat Panda Trekking
  • Nuova Fiat Panda Trekking - anteprima 1
  • Nuova Fiat Panda Trekking - anteprima 2
  • Nuova Fiat Panda Trekking - anteprima 3
  • Nuova Fiat Panda Trekking - anteprima 4
  • Nuova Fiat Panda Trekking - anteprima 5
  • Nuova Fiat Panda Trekking - anteprima 6

Autore: Sergio Chierici

Tag: Mercato , metano


Top