dalla Home

Curiosità

pubblicato il 4 gennaio 2013

Mazzanti Evantra V8

Con l’aspirato da 701 CV la supercar toscana diventa ancora più esclusiva

Mazzanti Evantra V8
Galleria fotografica - Mazzanti Evantra V8Galleria fotografica - Mazzanti Evantra V8
  • Mazzanti Evantra V8 - anteprima 1
  • Mazzanti Evantra V8 - anteprima 2
  • Mazzanti Evantra V8 - anteprima 3
  • Mazzanti Evantra V8 - anteprima 4
  • Mazzanti Evantra V8 - anteprima 5
  • Mazzanti Evantra V8 - anteprima 6

La Mazzanti Evantra V8 è la versione più estrema della supercar artigianale realizzata da Mazzanti automobili in 5 esemplari all’anno. Rispetto alla Evantra 6 cilindri presentata un anno fa, la nuova Evantra V8 monta infatti un potente 8 cilindri aspirato di 7 litri che sprigiona 701 CV e 848 Nm, pur mantenendo le linee da coupé disegnate da Luca Mazzanti e Zsolt Tarnok. Il telaio resta quello in acciaio scatolato integrato da una gabbia in tubi in cromo-molibdeno nell’abitacolo e un’altra che collega il comparto propulsore/cambio agli attacchi degli ammortizzatori posteriori. Il debutto ufficiale della Mazzanti Evantra V8 avverrà al prossimo Top Marques Monaco, il salone delle auto sportive e di lusso si terrà a Monte Carlo dal 18 al 21 Aprile 2013.

3,2 SECONDI DA 0 A 100 KM/H
La Evantra V8, costruita in maniera “sartoriale” nell’officina di Pontedera (PI) della Mazzanti automobili, è il frutto di una richiesta ben precisa arrivata dall’importatore cinese KE MING-SHAN L.t.d. ed è facilmente riconoscibile dall’Evantra 6 cilindri per la carrozzeria con inserti in carbonio a vista o in alluminio spazzolato e il grande alettone posteriore. Per lo scatto da 0 a 100 km/h la Mazzanti Evantra V8 impiega 3,2 secondi, mentre la velocità massima è di oltre 350 km/h. Per prestazioni così elevate è stato necessario un affinamento aerodinamico della 2 posti toscana, curato dalla YSIM, azienda di Parma con esperienze di sviluppo aerodinamico nel settore motorsport, dalla F1 ai prototipi della 24 ore di Le Mans. A questo si aggiunge l’apporto tecnico di un ingegnere come Nebojsa Borkovic che ha lavorato per Ferrari, Toyota, Lotus e Pagani.

1.300 KG CON LA CARROZZERIA IN CARBONIO
La carrozzeria della Mazzanti Evantra V8 è disponibile sia in materiali compositi (Pro-body) che in pannelli d'alluminio (One-body), personalizzati secondo le richieste del cliente finale per creare modelli speciali e unici. Le origini del V8 7 litri aspirato, con un rapporto di compressione 11:1, non sono dichiarate, mentre è noto il sistema di lubrificazione a carter secco e l’utilizzo di bielle e valvole in titanio. Il cambio è un sequenziale a 6 marce con sistema di robotizazione "silatronic" della Sila holding industriale. Il peso complessivo della supercar a motore centrale è contenuto entro i 1.300 kg, mentre le misure esterne sono pari a 4.325x1.955x1.225 mm con un passo di 2.550 mm. Le ruote OZ da 20 pollici calzano pneumatici ad alte prestazioni Continental 255/30 R20 davanti e 305/25 R20 dietro, mentre l’impianto frenante Brembo propone dischi da 380 mm e pinze a 6 pistoncini sull' anteriore e dischi da 360 mm e pinze a 4 pistoncini al posteriore (carboceramici opzionali ).

ARTIGIANALE IN OGNI DETTAGLIO
Gli interni della Evantra V8 sono "cuciti" su misura del cliente con pellami speciali totalmente naturali trattati all’anilina. La console centrale è dotata di cruscotto con acquisizione dati AIM e Headunit (NAVI/CD/MP3) della Bosch e il pulsante di avviamento motore è posizionato sulla plancia integrata al padiglione. Sul tunnel centrale c’è lo specifico selettore con i differenti programmi di gestione motore/cambio, “Strada” e “Corsa”, mentre il volante Nardi è dotato di display con indicatore marce e paddle del cambio. Un prezzo ufficiale della Mazzanti Evantra V8 non è stato ancora annunciato, anche perché gli elevati livelli di personalizzazione e la variabilità delle tasse di importazione nei paesi dei nuovi ricchi (Cina e India in primis) non permettono di fissare una cifra esatta.

Autore:

Tag: Curiosità , auto italiane


Top