dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 7 gennaio 2013

Dossier Come si Fa

Come si fa il pieno di metano

E' un carburante pulito ed economico, ma il possesso di un'auto a gas naturale è più soddisfacente se si seguono alcuni accorgimenti. Ecco quali

Galleria fotografica - Come si fa il pieno di metanoGalleria fotografica - Come si fa il pieno di metano
  • Come si fa il pieno di metano - anteprima 1
  • Come si fa il pieno di metano - anteprima 2
  • Come si fa il pieno di metano - anteprima 3
  • Come si fa il pieno di metano - anteprima 4
  • Come si fa il pieno di metano - anteprima 5
  • Come si fa il pieno di metano - anteprima 6

Il metano è uno dei carburanti più puliti che ci siano ed è anche il più economico. Le auto a metano sono molto diffuse in Italia, ma chi ne possiede sa che per fare rifornimento, a differenza delle normali vetture benzina o Diesel, ci vuole un minimo di pianificazione. I distributori di metano, infatti, non sono presenti in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale: se ne trovano più al nord che al centro e al sud, il più delle volte si trovano in periferia, e, tranne rare eccezioni, sono chiusi nelle ore serali. A volte bisogna anche fare i conti con le file, ma l'attesa è ricompensata da un costo chilometrico davvero conveniente, da emissioni inquinanti molto basse e dalla possibilità di circolare anche durante i blocchi del traffico.

TEMPO-COSTO-DIFFICOLTA'
Per fare il pieno di metano si impiega qualche minuto in più rispetto ai carburanti tradizionali, complessivamente 10-15 minuti. Questo perché in Italia, a differenza di altri paesi come la Germania, non è ancora consentito il rifornimento fai-da-te, dunque bisogna recarsi al distributore durante gli orari di apertura perché l'operazione richiede la presenza di un operatore. Per il rifornimento in sé, perché cioè le bombole di metano si riempiano completamente, occorrono invece appena circa 5 minuti. Il resto del tempo necessario è dovuto all'attesa per l'operatore, il solo autorizzato a connettere e disconnettere la pistola del metano all'attacco dei serbatoi. E naturalmente al pagamento.

COME FARE
Come detto, contrariamente ai carburanti tradizionali, fare il pieno di metano non è possibile con i sistemi self-service, dunque per essere certi di arrivare in orario di apertura è essenziale informarsi. La via più comoda è ricorrere al web, alle applicazioni per smartphone e alle mappe POI per i navigatori satellitari, che permettono di trovare una pompa anche mentre si è in viaggio. E specialmente se state organizzando un lungo viaggio, ci si può mettere al sicuro contattando telefonicamente il gestore per chiedergli se la sua stazione sarà aperta e la disponibilità di gas per l'ora di arrivo. Comunque sia, se state valutando l'acquisto di un'auto alimentata a metano accertatevi di avere un distributore vicino casa o almeno sul tragitto verso il lavoro, altrimenti rischiate di dover girovagare alla ricerca di uno.

I TRE CONSIGLI DI OMNIAUTO.IT
1) va bene che col metano si risparmia parecchio, però ricordate di fare rifornimento di benzina ogni tanto: il motore delle auto a metano funziona a benzina nelle fasi di avviamento
2) I lunghi viaggi vanno pianificati a tavolino: lungo le autostrade i distributori di metano sono piuttosto rari e man mano che andate verso sud diverranno un vero e proprio miraggio
3) Munitevi di un connettore NGV1 se vi recate all'estero: è quello più diffuso

Autore: Redazione

Tag: Da Sapere , metano , carburanti alternativi , carburanti , come si fa


Top