dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 14 dicembre 2012

Legambiente premia smart e Bosch

Il Premio "Innovazione Amica dell'Ambiente" 2012 ai progetti "car2go" e "Linea Verde & Green School"

Legambiente premia smart e Bosch

Sono Bosch e smart le aziende del settore automotive vincitrici dell'all'edizione 2012 del Premio "Innovazione Amica dell'Ambiente" promosso da Legambiente, il riconoscimento rivolto all'innovazione di impresa in campo ambientale promosso in parternariato con Confindustria, Regione Lombardia, Politecnico di Milano, Università Bocconi e con il contributo di Fondazione Cariplo e Camera di Commercio di Milano. Per smart a raccogliere il consenso della giuria è stato il progetto di car sharing car2go. Presente sul mercato dal 2008, nell’arco di soli tre anni, partito dalla dalla città di Ulm, car2go è già stato introdotto con successo in altre 18 città: Austin (Texas), Amburgo, Vancouver, Amsterdam, San Diego, Vienna, Düsseldorf, Washington D.C., Portland (Oregon), Berlino, Toronto, Calgary, Miami, Colonia, Londra, Seattle e Stoccarda, con una flotta di oltre 300 smart electric drive.

Per Bosch Tecnologie Diesel E Sistemi Frenanti S.p.a. il riconoscimento di Legambiente è andato alla Linea Verde & Green School, un progetto avviato nel 2010 per il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni inquinanti. Premiato anche il sito www.bikedistrict.com, un portale che suggerisce ai ciclisti di creare e aggiornare percorsi da effettuare in bicicletta a Milano. "Le realtà premiate oggi - ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza - dimostrano la vitalità di una parte del Paese che ha accettato la sfida della Green Economy e che puntando su innovazione e ricerca riesce a competere creando occupazione qualificata. L'impresa responsabile e sostenibile che coniuga tecnologia e ambiente è l'impresa del futuro perché puntando sul rispetto del territorio, sulla qualità e sulla valorizzazione delle nostre risorse migliori porta a uno sviluppo equilibrato e duraturo. Per sostenere e promuovere questo tipo di sviluppo dovremmo però investire molto di più in innovazione e ricerca. Settori in cui l'Italia risulta essere tra le ultime in classifica destinandogli solo l'1,27% del Pil, meno della Spagna (1,38%) e della Repubblica Ceca (1,53%), e lontanissima dai paesi capofila come la Finlandia che destina al futuro ben il 3, 96% del Pil".

Autore:

Tag: Eventi , Smart , mobilità sostenibile


Top