dalla Home

Attualità

pubblicato il 12 dicembre 2012

Peugeot Citroen: sono 11.200 i posti di lavoro in meno

Agli 8.000 licenziamenti si aggiungeranno 1.500 pensionamenti non reintegrati da nuovi lavoratori

Peugeot Citroen: sono 11.200 i posti di lavoro in meno

L’annunciato piano di licenziamenti nelle fabbriche francesi avviato da Philippe Varin, presidente e direttore generale di PSA Peugeot Citroen, mostra dei contorni ancora più preoccupanti del previsto. Durante un incontro con i sindacati transalpini è infatti emerso come agli 8.000 licenziamenti già programmati e alla chiusura dell’impianto di Aulnay si aggiungerà la perdita di altri 1.500 posti di lavoro, causati da pensionamenti non sostituiti da nuovi lavoratori.

La notizia ha raggelato i colloqui appena avviati fra il gruppo PSA e i sindacati francesi CGT e CFDT, che erano pronti a mettere sul tavolo delle trattative le loro controproposte; fra queste c’erano ad esempio l’aumento di capitale con i fondi della famiglia Peugeot e la riduzione dell’orario lavorativo a 32 ore settimanali. In questo modo, invece, i posti di lavoro in meno in PSA saranno 11.214, facendo scendere il totale a quota 55.989 entro la metà del 2014. Ricordiamo che attualmente il settore auto di Peugeot e Citroen impiega 67.112 dipendenti e che nel 2004 la cifra complessiva arrivava a 87.000 persone.

Autore:

Tag: Attualità , Peugeot , produzione


Top