dalla Home

Home » Argomenti » Prezzi benzina

pubblicato il 11 dicembre 2012

Sciopero benzinai: tra Natale e Capodanno stop a carte di credito e bancomat

E tra il 17 e il 22 dicembre il "No RID Day" potrebbe provocare altri disagi alle pompe

Sciopero benzinai: tra Natale e Capodanno stop a carte di credito e bancomat

Dopo lo sciopero dei benzinai previsto da oggi al 14 dicembre, i rifornimenti potrebbero essere a rischio per gli automobilisti italiani anche nelle settimane delle festività natalizie per via delle iniziative di protesta indette dalle sigle Faib Confesercenti, Fegica Cisl ed Anisa Confcommercio a sostegno della gratuità dei pagamenti con carte di credito e bancomat. I gestori aderenti dal 24 al 30 dicembre rifiuteranno i pagamenti con "moneta elettronica" (carte di credito, pago bancomat, ecc.) "per protesta contro il rifiuto delle Banche ad applicare la norma di legge che prevede la gratuità dell’utilizzo della moneta elettronica, sia per i Gestori che per i consumatori, per il pagamento dei rifornimenti fino a 100 euro".

Per i giorni tra il 17 e 22 dicembre prossimi, inoltre, i gestori hanno indetto inoltre il "No RID Day", nel quale si impegnano a non pagare le forniture alle compagnie petrolifere per protestare contro il mancato rinnovo dei contratti collettivi. Anche in questa settimana potrebbero esserci disagi, dal momento che molte compagnie petrolifere hanno annunciato a loro volta che non riforniranno gli impianti. Su questo fronte l'Unione Petrolifera ha fatto sapere che "per le commissioni bancarie vi è stata la disponibilità dell’ABI ad aprire un confronto con le associazioni dei gestori per una analisi specifica sulla distribuzione carburanti non appena sarà reso noto il decreto più generale sulle commissioni bancarie in via di emanazione".

Autore:

Tag: Attualità , scioperi , carburanti


Top