dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 12 novembre 2012

Toyota: nuovi sistemi di sicurezza a prova di errore

Radar e sonar montati sui nuovi modelli aiuteranno presto l’automobilista a evitare le collisioni ad alta velocità e in manovra

Toyota: nuovi sistemi di sicurezza a prova di errore
Galleria fotografica - Toyota ITS Proving Ground e nuovi sistemi di sicurezzaGalleria fotografica - Toyota ITS Proving Ground e nuovi sistemi di sicurezza
  • Toyota ITS Proving Ground e nuovi sistemi di sicurezza - anteprima 1
  • Toyota ITS Proving Ground e nuovi sistemi di sicurezza - anteprima 2
  • Toyota ITS Proving Ground e nuovi sistemi di sicurezza - anteprima 3
  • Toyota ITS Proving Ground e nuovi sistemi di sicurezza - anteprima 4
  • Toyota ITS Proving Ground e nuovi sistemi di sicurezza - anteprima 5

La Toyota Motor Corporation ha appena inaugurato il suo “ITS Proving Ground”, un’area di prova di 35.000 metri quadrati dove vengono testate su percorsi reali gli ultimi sistemi di sicurezza e ausili alla guida. La nuova struttura è dotata anche di un impianto di comunicazione radio a 700 MHz fra veicoli e infrastrutture stradali e punta a sviluppare sistemi che impediscano le collisioni fra veicoli e con pedoni nelle aree urbane. Fra i vari dispositivi testati nell’ITS Proving Ground ci sono i nuovi Pre-collision System (PCS), l’Intelligent Clearance Sonar e il Drive-start Control.

RADAR ANTICOLLISIONE
Il PCS di Toyota è un sistema automatico per la prevenzione delle collisioni e di riduzione dei danni anche in caso di impatti ad alta velocità. Il cuore del PCS è un radar a onde millimetriche che rileva il rischio di tamponamento di un veicolo che precede, allerta il guidatore e applica un forza due volte superiore ai freni, provvedendo a frenare automaticamente se questi non agisce sul pedale. La sua funzione è quella di diminuire al massimo la differenza di velocità fra il veicolo investitore e l’investito, in modo da ridurre o eliminare totalmente i danni fisici agli automobilisti. Il PCS è già pronto per essere installato su un’ampia gamma di modelli Toyota di prossima presentazione.

SONAR CONTRO GLI ERRORI
L’Intelligent Clearance Sonar di Toyota sfrutta invece lo stesso principio di intervento applicandolo però alla marcia indietro e usando un sonar al posto del radar. L’idea è quella di evitare quegli incidenti (7.000 all’anno in Giappone) in cui il guidatore sbaglia marcia o pedale all’uscita del parcheggio e finisce per sbattere contro un muro o peggio la vetrina di un negozio. Il sonar rileva la presenza dell’ostacolo posteriore non visibile dal conducente che preme l’acceleratore e non il freno, emette un allarme sonoro, riduce la potenza del motore e frena automaticamente la vettura. La stessa funzione la svolge il Drive-start Control che controlla la potenza del motore nelle partenze da fermo e nelle manovre a bassa velocità, per evitare proprio che l’automobilista distratto o in preda al panico possa premere il pedale sbagliato o inserire la marcia vanti anziché la retromarcia.

Autore:

Tag: Curiosità , Toyota , auto giapponesi , sicurezza stradale


Top