dalla Home

Mercato

pubblicato il 10 novembre 2012

I concessionari chiedono nuovi prodotti e tecnologie

Per superare la crisi l'industria deve investire nell'innovazione e promuovere nuove forme di possesso dell'auto

Galleria fotografica - H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNewsGalleria fotografica - H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNews
  • H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNews - anteprima 1
  • H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNews - anteprima 2
  • H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNews - anteprima 3
  • H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNews - anteprima 4
  • H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNews - anteprima 5
  • H2Roma 2012, 8° sondaggio InterAutoNews - anteprima 6

Il settore auto sta vivendo un momento particolarmente difficile. Il 2012, secondo le stime, si chiuderà con un calo delle immatricolazioni vicino al 20% e le previsioni per il 2013 non sono buone. Per rilanciare le vendite e stimonale la domanda i concessionari suggeriscono ai costruttori di puntare su nuovi prodotti e tecnologie a basso impatto ambientale. Come emerge dall'ottavo sondaggio di InterAutoNews, presentato nell'ambito di H2Roma, attendere la fine della crisi per puntare su nuovi prodotti (come ad esempio ha scelto il Gruppo Fiat) è una soluzione scarsamente efficace. Per vendere più auto servono scelte coraggiose e nuove formule promozionali che inducano l'automobilista a ripensare il concetto di "auto posseduta".

La crisi è l'occasione per ripensare il rapporto tra automobilista e automobile, che da possessore diventa "noleggiatore". Dal 1990 al 2010 la spesa per mantenere l'auto è salita del 119,3% e stando al sondaggio di InterAutoNews la fiscalità in generale e l'elevato prezzo dei carburanti sono le voci che più appesantiscono il settore auto. Per stimolare la domanda sarebbe quindi utile sia una riduzione dei prezzi d'acquisto (con grandi campagne di sconto) sia lo sviluppo di particolari formule di noleggio a lungo e a breve termine che stanno emergendo. Da anni smart è impegnata nel car sharing con smart car2go e Peugeot ha pensato di accompagnare il lancio della 208 con "Peugeot & GO", la formula di noleggio a lungo termine promossa direttamente dal costruttore. Questa sembra essere la strada su cui si muoverà l'auto di domani.

[Foto: Alessandro Rabboni]

Autore:

Tag: Mercato , h2roma


Top