dalla Home

Interviste

pubblicato il 8 novembre 2012

L'auto del futuro inquina meno con qualsiasi tipo di motore

Ad H2Roma i costruttori confermano che non esiste una sola tecnologia vincente

Galleria fotografica - H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell'autoGalleria fotografica - H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell'auto
  • H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell\'auto - anteprima 1
  • H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell\'auto - anteprima 2
  • H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell\'auto - anteprima 3
  • H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell\'auto - anteprima 4
  • H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell\'auto - anteprima 5
  • H2Roma 2012, la tavola rotonda con i manager dell\'auto - anteprima 6

Il messaggio di H2Roma 2012 è "Il futuro che vogliamo". Dalla tavola rotonda che ha messo a confronto le strategie di prodotto dei diversi costruttori è emerso che questo orizzonte è molto variegato. L'obiettivo è inquinare meno e le strade per raggiungerlo sono molte. L'opinione comune degli industriali è che si continuerà a lavorerare su più fronti senza privilegiare un solo tipo di motorizzazione. Nei prossimi anni l'ibrido continuerà a convivere con l'elettrico, mentre si svilupperà l'idrogeno e la benzina ed il diesel non abbandoneranno il mercato, così come si potrà ancora scegliere tra GPL o metano. L'automobilista del futuro avrà quindi molte opzioni di fronte a sé e, ce lo auguriamo, un'aria più pulita da respirare.

[Foto: Alessandro Rabboni]

Autore:

Tag: Interviste , h2roma


Top