dalla Home

Curiosità

pubblicato il 8 novembre 2012

Con Enel l'auto elettrica si ricarica in 30 minuti

La nuova stazione di ricarica rapida è stata presentata ad H2Roma 2012

Galleria fotografica - ENEL ad H2Roma 2012Galleria fotografica - ENEL ad H2Roma 2012
  • ENEL ad H2Roma 2012 - anteprima 1
  • ENEL ad H2Roma 2012 - anteprima 2
  • ENEL ad H2Roma 2012 - anteprima 3
  • ENEL ad H2Roma 2012 - anteprima 4
  • ENEL ad H2Roma 2012 - anteprima 5
  • ENEL ad H2Roma 2012 - anteprima 6

Il tempo di ricarica è uno dei principali ostacoli alla diffusione su larga scala dell'auto elettrica. Un importante passo in avanti è stato compiuto oggi ad H2Roma, dove ENEL ha presentato in anteprima la stazione di ricarica rapida a corrente alternata da 43 kW che permette di ricaricare l'auto in 30 minuti circa. Il tempo esatto varia da modello a modello e in relazione alla quantità di energia già accumulata nella batteria. "Il cuore della stazione di ricarica veloce è sempre il contatore elettronico di ENEL ed ogni stazione è collegata tramite GPRS al centro di controllo a Milano", ha spiegato ad OmniAuto.it Federico Caleno, Progetti Speciali e Sviluppo Tecnologico ENEL.

"Il progetto parte da lontano", ENEL ha installato le prime colonnine nel 2009, e l'obiettivo è di far utilizzare l'auto elettrica il più possibile anche fuori città. Riguardo ai costi, anche nel caso della stazione di ricarica veloce ENEL il cliente riceve una speciale card con cui si attiva il processo di ricarica (basta passarla sul lato alto della colonnina) e si procede con il rifornimento. "Il contratto più diffuso è quello di ENEL Energia - ha spiegato Caleno -. L'offerta Enel Drive consente di caricare senza limiti la propria auto elettrica con 25 euro al mese". Di seguito le caratteristiche tecniche della nuova stazione in esposizione in anteprima nazionale al salone H2Roma energy&mobility show:

Ricarica EV veloce a 43 kW in corrente alternata
Alimentazione: trifase 400 Vac, 50Hz
Potenza massima erogabile: 43 kW
Corrente massima erogabile: 63A
Connessione del veicolo elettrico alla rete di alimentazione in corrente alternata attraverso un cavo di alimentazione e un connettore mobile permanentemente fissati alla stazione
Accesso alla ricarica solo a seguito di identificazione del cliente mediante RFID Card
Contatore elettronico Enel trifase per conteggio fiscale dei consumi
Modem GPRS per comunicazione con il Centro di Controllo EMM per abilitazione alle funzionalità Smart Grid
Comunicazione con il veicolo elettrico per la ricarica sicura in modo 3 e la gestione dello Smart Charging
Protezione da manomissione vandalica assicurata da sistemi anti-tamper
Il Centro di Controllo Enel acquisisce i dati dei consumi necessari a quantificare economicamente l’ammontare da addebitare in bolletta al cliente registrato.

[Foto: Alessandro Rabboni]

Autore:

Tag: Curiosità , auto elettrica , h2roma


Top