dalla Home

Curiosità

pubblicato il 7 novembre 2012

C'è un po' di Apple anche in Ferrari: nel CdA arriva Eddy Cue

E' l'ingegnere che ha inventato i negozi online della Mela. La tecnologia di Cupertino sempre più vicina alle Rosse di Maranello

C'è un po' di Apple anche in Ferrari: nel CdA arriva Eddy Cue

La California, terra di di innovatori, milionari e (dunque) ferraristi, si sa, è sempre piaciuta a quelli di Maranello, tanto che al "Golden State" hanno intitolato ben due vetture. Da oggi c'è un po' di California anche in Emilia perché dritto dritto dalla Silicon Valley approda nel consiglio di amministrazione l'ingegner Eddy Cue, nominato nuovo membro del board da Luca di Montezemolo. Chi è Mr Cue? Un pezzo da novanta della Apple: è entrato nella squadra di Cupertino 23 anni fa, ha avuto un ruolo chiave nella creazione del negozio online Apple nel 1998, di iTunes Music Store nel 2003 e di App Store nel 2008 ed oggi è Senior Vice President Internet Software e Service di Apple.

UNA FERRARI CON LA... MELA?
Eddy Cue in Apple ha la responsabilità di iTunes Store, App Store, iBookstore così come di Siri, iAid, iCloud e delle nuove mappe Apple. Per cui non è affatto remota la possibilità che in futuro qualche tecnologia del produttore americano possa approdare sulle Ferrari. Del resto non è un mistero che Apple stia ampliando i propri interessi nel settore dell'automotive (come dimostra il recente accordo con Daimler per far funzionare Siri sulla nuova Mercedes Classe A) e che i costruttori considerino ormai irrinunciabile l'integrazione delle tecnologie del colosso californiano sulle loro vetture vista l'enorme diffusione dei prodotti della Mela. In ogni caso il know-how di Cue tornerà utile alla Casa del cavallino per le attività online su cui ha puntato forte negli ultimi anni e con risultati ottimi: il fatturato del negozio online è salito del 32% e la pagina Facebook, la più popolare al mondo fra i costruttori, è ormai vicina ai 10 milioni di fans.

QUEL VIAGGIO NEGLI STATES
Probabilmente la decisione di includere un uomo Apple nel cda risale all'aprile scorso, quando Luca di Montezemolo fu invitato ad intervenire ad un ciclo di conferenze alla Stanford University. In quell'occasione il presidente del Cavallino incontrò nella sede di Cupertino l'amministratore delegato Tim Cook che dopo un colloquio di oltre due ore volle vedere la Ferrari FF con cui Montezemolo era arrivato. E se è vero che Steve Jobs amava più le Porsche che le Ferrari (è scritto nella sua biografia autorizzata scritta da Walter Isaacson), probabilmente Montezemolo sapeva bene che in Apple poteva comunque contare su tanti ammiratori. Come Cue, che oggi può "confessare": "Sono molto felice e orgoglioso di far parte del board. E' da quando ho 8 anni che sogno di avere una Ferrari e da cinque anni ho la fortuna di essere diventato un cliente. Il design e le qualità ingegneristiche uniche al mondo che solo la Ferrari sa raggiungere continuano a stupirmi".

Autore:

Tag: Curiosità , VIP


Top