dalla Home

Interviste

pubblicato il 6 novembre 2012

Auto a metano, una crescita lenta ma progressiva

Quest'anno la quota di mercato stimata è del 3,8%, però alcuni pregiudizi sono "duri a morire"

Auto a metano, una crescita lenta ma progressiva

Il GPL vola anche senza incentivi mentre le immatricolazioni precipitano ogni mese e, secondo le stime degli analisti, l'anno si chiuderà a -20% rispetto al 2011. Come il GPL l'unica alimentazione che sta andando controcorrente è il metano, che dovrebbe archiviare il 2012 con il 3,8% di quota. E' una crescita lenta, ma costante, come ha confermato ad OmniAuto.it Alessandro Tramontano, Presidente del Consorzio Ecogas. Tuttavia ci sono ancora degli ostacoli alla sua più ampia diffusione, come la rete di distribuzione ed i pregiudizi degli automobilisti in fatto di sicurezza.

OmniAuto.it: Insieme al GPL il metano per autotrazione sta crescendo (a settembre +30,8%), ma perché questo carburante non è ancora riuscito a diffondersi su larga scala?
Alessandro Tramontano: "In realtà questo carburante negli ultimi 30 anni ha avuto una crescita costante grazie alla diffusione delle conversioni, ma anche all'offerta sempre più ampia di automobili. La quota di mercato nazionale di GPL e metano ha raggiunto quasi l'11,5% nei primi 9 mesi del 2012: le immatricolazioni sono di circa 130.000 vetture (90 mila a GPL e 40 mila a metano), il doppio rispetto al 2011. I veicoli alimentati a metano che circolano in Italia sono più di 785.000. Il nostro è il primo paese in Europa, segue la Germania con appena 96.000 veicoli".

OmniAuto.it: La distribuzione è uno dei principali ostacoli, a che punto è la rete? Presto nasceranno altri impianti?
Alessandro Tramontano: "Anche se l'Italia detiene il primato europeo di diffusione dei distributori di metano, con oltre 900 impianti lungo tutta la Penisola, problemi costruttivi e burocratici limitano l’ampliamento di questa rete. In autostrada è assolutamente insufficiente, ma gli utenti del metano sono molto “abitudinari” e si organizzano volentieri supplendo le attuali carenze, comunque, in corso di miglioramento.

OmniAuto.it: Pensa che ci siano ancora pregiudizi sulla sicurezza di un'auto a metano?
Alessandro Tramontano: "I pregiudizi purtroppo sono duri a morire, nonostante le auto a metano siano ad oggi molto sicure. I veicoli alimentati con questo carburante, per legge, possono essere ammessi in garage coperti o interrati, sui traghetti e non hanno alcuna limitazione nei luoghi chiusi come gallerie, trafori e viadotti, in quanto, anche in presenza di eventuali fuoriuscite, il metano si disperde solamente in forma gassosa e il peso specifico (più leggero dell'aria) gli permette di disperdersi rapidamente verso l'alto".

OmniAuto.it: Considerando l'attuale costo di benzina e diesel, quanto si può risparmiare in un anno con un'auto a metano?
Alessandro Tramontano: "Con il metano è possibile risparmiare sui costi del carburante oltre il 50% rispetto al gasolio e oltre il 60% rispetto alla benzina. Un risparmio immediato – che può agevolmente essere calcolato on line su www.ecomobile.it, scegliendo la voce “risparmio” - che compensa in tempi rapidi il costo per la trasformazione o il costo aggiuntivo per di modelli nuovi. E in tempi in cui la benzina sfiora i 2 euro al litro, il metano torna ad essere, insieme al GPL, preso in considerazione da sempre più persone al momento di scegliere un’automobile. Senza contare che si possono dedicare le risorse così risparmiate ad altri consumi necessari per la famiglia e ora ridotti dato l’elevato costo dei carburanti tradizionali".

OmniAuto.it: Ci sono incentivi alla trasformazione o all'acquisto a cui si può attingere quest'anno?
Alessandro Tramontano: "A parte qualche iniziativa locale i fondi da cui si estraevano gli incentivi posti in essere negli anni scorsi dal Ministero dello Sviluppo Economico, sono terminati nel mese di Maggio del 2011. Il 24 ottobre scorso si sono riaperti per un piccolo residuo di circa 3,5 milioni, ma si sono esauriti in 24 ore. Oggi sono disponibili solo alcuni incentivi in essere in alcune città e regioni lungimiranti che sono stati messi in campo appositamente per migliorare la sostenibilità ambientale in alcune aree".

Autore:

Tag: Interviste , metano , interviste


Top