dalla Home

Curiosità

pubblicato il 25 ottobre 2012

Imola e DEKRA investono nella sicurezza

All’Enzo e Dino Ferrari nasce una scuola curata da Verini, primo passo di un progetto ambizioso

Imola e DEKRA investono nella sicurezza
Galleria fotografica - Accordo Imola - DekraGalleria fotografica - Accordo Imola - Dekra
  • Accordo Imola - Dekra - anteprima 1
  • Accordo Imola - Dekra - anteprima 2
  • Accordo Imola - Dekra - anteprima 3

L’autodromo di Imola sta cambiando pelle. Le corse non bastano ad alimentare la storia dell’Enzo e Dino Ferrari che l’anno prossimo compirà 60 anni. Il rosso della torre Marlboro ha lasciato il posto al verde della DEKRA, mentre al secondo piano della sala stampa stanno nascendo un museo e un centro congressi. Nel paddock della Rivazza, invece, inizieranno presto i lavori per la realizzazione di un moderno tracciato di prova che, insieme alla pista, definita da Enzo Ferrari il “piccolo Nurburgring”, saranno il teatro della Scuola Superiore DEKRA per la sicurezza stradale curata da Maurizio Verini, ex campione europeo rally.

UN ACCORDO QUINQUENNALE CON DEKRA
Nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta ieri nella sala briefing è stato ufficializzato l’accordo quinquennale fra Formula Imola e DEKRA volto a dare una nuova veste all’autodromo emiliano: “Imola è un’icona nel mondo delle corse internazionali – ha detto Uberto Selvatico Estense, presidente di Formula Imola – e l’accordo con DEKRA è strategico perché ci permette di sviluppare delle importanti sinergie per lo sfruttamento della polifunzionalità dell’impianto, non solo per gli aspetti tecnico sportivi, ma anche commerciali. La gestione di un centro all’avanguardia per la guida sicura consentirà all’autodromo di diventare un punto di riferimento a livello regionale e, speriamo, nazionale” .

CORSI DI GUIDA SICURA MA ANCHE FORMULA E E DTM
La partnership avrà anche altri sviluppi collegati al nuovo corso della sostenibilità abbracciato da Formula Imola: l’intenzione è di portare a Imola la Formula E, la monoposto elettrica che la FIA vuole lanciare nel 2013, e il TTXGP World Series riservato alle moto elettriche. Non solo ma la DEKRA, che è anche sponsor del DTM, conta di riportare nel 2014 il prestigioso campionato tedesco turismo in Italia. Obiettivi ambiziosi che vogliono porre Imola in una nuova luce per coniugare il motorsport alla sicurezza stradale e all’ecologia. L’impianto, quindi, si propone di non essere un catalizzatore di attenzione solo nei week end agonistici, ma vuole diventare vivo tutto l’anno offrendo servizi di alta qualità a prezzi competitivi.

UN PARTNER CHE E’ COLOSSO
“DEKRA è un’associazione nata nel 1925 in Germania che si sono consociate per controllare la sicurezza stradale - ha detto Marco Mauri, chief country officer di DEKRA Italia Holding – è un’azienda che ora conta su 32 mila piccole e medie imprese affiliate, con 50 sedi nel mondo. È in Italia da dieci anni e impiega 400 persone oltre ad avere 700 centri di revisione in franchising” . Un colosso che dispone di tre centri di ricerca dove si studiano gli incidenti stradali: “I nostri corsi di guida sicura, personalizzati e tenuti da istruttori professionisti – prosegue Mauri – spaziano da quello base a quelli di guida veloce, ma offriamo anche i percorsi formativi obbligatori per le piccole, medie e grandi aziende in ottemperanza alla legge 81/2008 che sono totalmente deducibili a livello fiscale”.

SCONTO IN RC AUTO A CHI FA I CORSI?
L’intento è di creare a Imola anche un centro prove che possa polarizzare l’attenzione dei molti costruttori di supercar che gravitano nel territorio per consentire il collaudo di vetture prototipo. Il progetto è ambizioso perché vuole ricollocare l’autodromo nella città in una dimensione diversa: deve diventare un catalizzatore di attività sportive e culturali, con importanti finalità sociali. Un centro di aggregazione sempre aperto e fruibile dai cittadini. Per concludere è giusto segnalare che l’idea è di tenere molto bassi i costi dei corsi di guida sicura per favorire l’afflusso anche dei neo-patentati. Si stanno attivando delle convenzioni con le compagnie assicurative per garantire uno sconto sulla polizza RC auto anche ai giovani clienti che sono, invece, i più tartassati. E probabilmente in un prossimo futuro sarà possibile recuperare anche i punti della patente… divertendosi in pista!

Autore: Franco Nugnes

Tag: Curiosità , guida sicura


Top