dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 25 ottobre 2012

Hyundai annuncia il suo 1.0 TCI da 106 CV

Il gruppo sudcoreano produrrà il 3 cilindri turbo benzina, da contrapporre al Ford 1.0 EcoBoost

Hyundai annuncia il suo 1.0 TCI da 106 CV

La gamma di modelli Hyundai e Kia si arricchirà presto del nuovo propulsore 1.0 TCI, il 3 cilindri a benzina della serie K dotato di iniezione diretta e turbocompressore con intercooler. La piccola unità, che andrà a confrontarsi direttamente con il 1.0 EcoBoost di Ford, avrà una potenza massima di 106 CV e un picco di coppia di 137 Nm, riducendo le emissioni di CO2 rispetto all’attuale 1.0 aspirato. Fra le altre caratteristiche costruttive del 1.0 TCI ci sono le 12 valvole con doppio albero a camme in testa, blocco cilindri in alluminio e condotti d’aspirazione e coperchi valvole in plastica per ridurre il peso. L’annuncio dell’inedito motore 1.0 TCI è stato dato durante la “Hyundai-Kia International Powertrain Conference”, l’annuale conferenza del gruppo sudcoreano dedicata alla presentazione delle novità in tema di propulsori e trasmissioni.

L’INVASIONE DEI TURBO BENZINA
Nel corso dello stesso evento Hyundai Motor Group ha anche ribadito la sua volontà di proporre versioni sempre più potenti ed efficienti dei suoi motori Turbo-GDI, ovvero turbo a iniezione diretta di benzina. L’idea è quella di passare al downsizing degli attuali 1.6 e 2.0 per ottenere “Piccole cilindrate robuste e in grado di offrire piacere di guida”. A seconda dei continenti e dei paesi di esportazione le Hyundai e le Kia avranno poi motori adatti ai climi e ai carburanti locali, introducendo anche versioni flex-fuel dove il mercato lo richiede (vedi il Brasile). Gli altri motori a benzina mostrati nel corso della conferenza sono i quattro cilindri 1.2 T-GDI (serie Kappa), 1.6 T-GDI (serie Gamma), 2.0 CVVL (serie Nu) e 2.0 T-GDI della serie Theta.

DIESEL: EVOLUZIONE PULITA ED EFFICIENTE
Per quanto riguarda i Diesel, Hyundai e Kia annunciano invece l’intenzione di espandere ulteriormente la gamma dei propulsori già esistenti, migliorando l’efficienza dei 4 e 6 cilindri a gasolio appartenenti alle serie U, R ed S. Le unità a gasolio esposte a Seoul erano la U2 1.1 WGT e la R 2.0 con omologazione Euro 6. Nel campo delle trasmissioni il gruppo Hyundai ha confermato l’obiettivo di diventare leader nella progettazione e produzione di cambi leggeri ed efficienti, sviluppando in proprio il cambio automatico 8 marce per le trazioni posteriori. A titolo di esempio il colosso di Seoul ha presentato il suo Kappa CVT a variazione continua, osservato con interesse dagli oltre mille ospiti dell’evento che includevano rappresentanti di Bosch, Continental, Delphi, Magna Powertrain e Denso.

Autore:

Tag: Anticipazioni , Hyundai , auto coreane , nuovi motori


Top