dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 23 ottobre 2012

Donne patentate, mai più paura di guidare

La Nuova Guida dedica lezioni di pratica specifica alle automobiliste che vogliono tornare al volante

Donne patentate, mai più paura di guidare

Ci sono donne che hanno superato con successo l'esame per la patente ma che poi, per diversi motivi, si sono sedute pochissime volte alla guida dell’auto. Molto spesso perché a guidare è sempre il marito, o il compagno, che difficilmente è disposto a cedere loro i comandi. In altri casi, si tratta di donne che hanno guidato solo in piccoli centri, oppure che non hanno mai posseduto un'auto o che per tanti anni non hanno avuto bisogno di prendere la macchina. Al di là di ogni discorso psicologico, la Nuova Guida ha lanciato un corso ad hoc per far riacquistare sicurezza alle signore d'ogni età attraverso la pratica al volante.

IL METODO
Primo, si mira al corretto uso dello sguardo: dove puntare gli occhi, cosa guardare, a quale lontananza. È con gli occhi, con il cervello, che si controlla tutto, governando le situazioni, anticipando o evitando i pericoli. Poi, in modo progressivo, si riprende l'uso del volante e del gas, del freno, della frizione che è sempre critica. A seguire, i cambi marce in velocità, i parcheggi, le partenze in salita. Senza trascurare l’uso corretto della frizione, il parcheggio, la guida in strade ad alto traffico. Massima attenzione al momento cruciale: quando ’istruttore mette in autonomia l’allieva, che a quel punto deve decidere da sola cosa fare. È l’arrivare a sentirsi pienamente sicura di sé il momento più delicato.

QUESTIONE DI APPROCCIO
"Era da tempo che pensavamo a organizzare dei corsi dedicati alle donne - afferma Emilio Patella, presidente de La Nuova Guida - volevamo dare una risposta più incisiva alle diverse richieste che ci pervenivano da donne già patentate. E così abbiamo pensato di utilizzare l’approccio del nostro Metodo anche per dei corsi brevi di 'ripasso' alla guida. Siamo contenti del fatto che funzionano e invitiamo tutte le donne a non avere vergogna di affrontare le proprie paure, perché è normale avere dei timori se si perde l’abitudine e la confidenza con la guida". Ed ecco cosa racconta Marcella Accogli, titolare di un’autoscuola del gruppo La Nuova Guida: "Le donne in generale hanno un approccio alla guida più emotivo rispetto all’uomo, il quale guida invece in modo più istintivo, si sente subito sicuro al volante dopo poche lezioni, e anche se commette degli errori si mette in discussione più difficilmente. Invece la donna per sentirsi sicura deve avere il tempo di elaborare delle nozioni tecniche, un po’ come a scuola, dove le donne sono più preparate, più precise. Infatti i corsi fatti con il nostro Metodo funzionano perché sono corsi tecnici, scientifici, precisi, progressivi e danno una consapevolezza di quello che succede, cosa che argina le paure. È un po’ lo stesso approccio dei corsi per la paura di volare. La cosa più bella di questi corsi dedicati alle donne - conclude Marcella Accogli - è quando si vede che le allieve si riappropriano della propria autonomia. Ci sono state donne che hanno detto 'Mi ha cambiato la vita' e anche mariti e fidanzati che ci ringraziano per questo".

Autore: Redazione

Tag: Attualità , codice della strada


Top