dalla Home

Tuning

pubblicato il 19 ottobre 2012

Volkswagen Golf VII by ABT

Tante varianti fino a 210 CV per una delle prime elaborazioni della recentissima Golf

Volkswagen Golf VII by ABT
Galleria fotografica - Volkswagen Golf VII by ABTGalleria fotografica - Volkswagen Golf VII by ABT
  • Volkswagen Golf VII by ABT - anteprima 1
  • Volkswagen Golf VII by ABT - anteprima 2

È sul mercato da poco, ma già i tuners -soprattutto tedeschi- si sono messi all'opera: la Volkswagen Golf VII comincia ad avere le primissime versioni elaborate. ABT Sportsline propone la "sua" nuova Golf, un modello che fin dal 1974 è strettamente legato all'azienda di Hans-Jürgen Abt, oggi la più grande al mondo per l'elaborazione di auto del gruppo di Wolfsburg. L'elaborazione della Golf VII prevede sia interventi sportivi di tipo estetico che di tipo meccanico ed elettronico, ma con un'attenzione anche ad economia ed ecologia per l'uso quotidiano dell'auto.

L'intervento tecnico riguarda sia il piccolo 1,2 TFSI, con potenza portata da 86 a 105 CV, sia il più grande 1,4 TFSI, che sale da 140 a 165 CV; per quel che riguarda le motorizzazioni a gasolio, il 2 litri TDI passa da 150 a 180 CV oppure, nella versione più potente, da 184 a ben 210 CV, mentre nel più piccolo 1,6 TDI i cavalli diventano 125, rispetto agli originari 105. L'aspetto della vettura viene modificato con una certa discrezione, esprimendo una sportività senza eccessi: le novità riguardano lo spoiler frontale, la calandra e la copertura dei fari, le calotte degli specchietti, le bandelle laterali, gli inserti aerodinamici nella coda, fino agli scarichi con quattro terminali, tipica "firma" di ABT. Cambiano anche le molle delle sospensioni, con assetto ribassato, e sono disponibili vari tipi di cerchi ABT da 18 e 19", sui quali sono montati pneumatici ad alte prestazioni.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Tuning , tuning


Top