dalla Home

Test

pubblicato il 18 ottobre 2012

Nuova Fiat Panda 4x4, il SUV simpatico

E divertente, perché l'ultima versione integrale della citycar è un riuscito mix tra un fuoristrada vero e un'auto alla moda

Galleria fotografica - Nuova Fiat Panda 4x4Galleria fotografica - Nuova Fiat Panda 4x4
  • Nuova Fiat Panda 4x4 - anteprima 1
  • Nuova Fiat Panda 4x4 - anteprima 2
  • Nuova Fiat Panda 4x4 - anteprima 3
  • Nuova Fiat Panda 4x4 - anteprima 4
  • Nuova Fiat Panda 4x4 - anteprima 5
  • Nuova Fiat Panda 4x4 - anteprima 6

Prima è stata una 4x4 semplice e inarrestabile, praticamente perfetta per affrontare strette strade di montagna e la neve. Poi si è ingentilita guadagnando due porte e una guidabilità su asfalto superiore. Ora la Fiat Panda 4x4, con quell’aspetto simpatico ma sicuro di sé, torna per migliorare le sue doti di piccola fuoristrada e si propone come un SUV comodo anche per l’utilizzo di tutti giorni. E’ più grande e rifinita e va a completare la gamma del modello forse più importante dell’attuale listino Fiat (per freschezza progettuale e validità delle soluzioni proposte), diventando per molti versi l’immagine del marchio. La più divertente delle Panda è anche la più cara, ma a partire da quasi 17.000 euro potrebbe stuzzicare un’ampia fascia di potenziali clienti: dagli appassionati di off-road che sceglierebbero una Suzuki Jimny agli automobilisti più pragmatici che apprezzano la Dacia Duster, passando per i fan dei crossover rappresentati dalla best-seller Nissan Qashqai e strizzando l'occhio a chi della Skoda Yeti apprezza l’equilibrio fra dimensioni e contenuti. Senza dimenticare quelli che non resistono al richiamo modaiolo della MINI Countryman. Tutti modelli molto diversi fra loro, ma non troppo distanti per prezzo d'acquisto dalla Panda 4x4, che in questa prima prova abbiamo guidato con il turbodiesel 1.3 Multijet da 75 CV e cambio manuale a 5 rapporti.

LE PIACE IL VERDE
La Panda 4x4 porta a compimento i concetti che hanno ispirato il design della piccola citycar torinese, sottolineando tutte le forme a “cubo stondato” della carrozzeria con l’allargamento dei passaruota, le protezioni della scocca e con le ruote, messe in evidenza dall’assetto rialzato. Nella scelta dei colori esterni ci sono due nuove tinte, l’”arancio Sicilia” e il “verde Toscana” del nostro esemplare, che ben si abbina al look deciso dei cerchi in lega bruniti da 15”. Per le gomme è possibile scegliere al momento dell’acquisto tra pneumatici 175/65 M+S e coperture stradali, entrambi omologati dal costruttore (a differenza della precedente generazione di Panda 4x4). Nell’abitacolo il verde è di nuovo protagonista, perché solo sulla versione off-road della Panda la fascia che circonda le bocchette della climatizzazione e il tascone portaoggetti è di questo colore. Anche i rivestimenti dei sedili sono specifici del modello e dietro gli schienali possono montare un kit che sostituisce la rete portaoggetti con una specie di zaino pieno di tasche, elastici e scomparti a chiusura lampo.

SOLIDA, EPPUR MANEGGEVOLE
In movimento una delle prime percezioni proviene dal grip offerto dal volante e dal cambio, grazie alla eco-pelle utilizzata per il rivestimento. Nel tratto di strada che percorriamo attorno alla pista di Balocco, prima di raggiungere il percorso off-road dove vengono testate le Jeep, instauriamo subito un bel feeling con lo sterzo, molto più solido del comando riservato alle altre versioni della Panda. Un altro riscontro positivo lo danno le sospensioni, che frenano bene il rollio in curva passando “compatte” sulle sconnessioni. Il retrotreno, peraltro, è stato rivisitato rispetto al passato: al posto dello schema a bracci tirati c’è un ponte interconnesso, irrobustito per affrontare il fuoristrada. Con le ruote fuori dall’asfalto, poi, la Panda 4x4 è capace di superare ostacoli molto impegnativi con grande naturalezza. La trazione integrale permanente è gestita dall’elettronica che, sui fondi scivolosi o quando gli pneumatici perdono contatto con il suolo, simula il funzionamento di un differenziale autobloccante. Il sistema si chiama ELD (Electronic Locking Differential) e interviene bloccando una o più ruote in slittamento, trasferendo la coppia alle gomme con più aderenza. Lo si può attivare con un pulsante proprio davanti alla leva del cambio, che è un 5 marce sprovvisto di un primo rapporto più corto (previsto sulla Panda 4x4 a benzina), che sarebbe invece utile nelle salite e discese più ripide. L’altezza minima della scocca è pari a 16 cm e il posizionamento del collettore di aspirazione a 70 cm da terra permette di attraversare guadi profondi senza rischiare di far “bere” acqua al motore. Che fa il suo dovere grazie ai 190 Nm di coppia a 1.500 giri/min e ai 75 CV di potenza, con un consumo medio dichiarato di 4,7 l/100 km.

LA PIU' PANDA DI TUTTE, ANCHE NEL PREZZO
La 4x4 vuole essere la Panda più desiderabile ed esclusiva, come dimostra il prezzo. La motorizzazione turbodiesel costa 17.650 euro, che scendono a 16.950 scegliendo il motore 0.9 TwinAir a benzina. L’arrivo sul mercato è fissato per la fine del 2012, a inverno inoltrato e con la neve pronta a saggiare le doti di motricità della nuova 4x4, migliorate secondo il costruttore del 20%. L’equipaggiamento di serie è il più completo della gamma Panda e include autoradio CD/MP3 con 6 altoparlanti, climatizzatore manuale con filtro antipolline, ESC, cerchi in lega bruniti da 15" con pneumatici 175/65 R15 M+S, mobiletto centrale alto attrezzato con vani, appoggiatesta posteriori schiumati, telecomando apertura/chiusura porte, specchi retrovisori esterni riscaldabili con comando elettrico e disappannamento. Tra gli optional disponibili ci sono climatizzatore automatico monozona con filtro antipolline (400 euro), parabrezza termico (150 euro), vetri oscurati (150 euro), fendinebbia, Blue&Me con comandi al volante, predisposizione Blue&Me TomTom2 LIVE (300 euro), sedile posteriore Fix&Fold 5 posti sdoppiato 40/60 (250 euro), sedile posteriore scorrevole Fix&Fold 4 posti sdoppiato 50/50 (175 euro), vernice metallizzata (500 euro), omologazione 5 posti (225 euro) e City Brake Control.

Scheda Versione

Fiat Panda 4x4
Nome
Panda 4x4
Anno
2012
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Fiat , auto europee , auto italiane


Listino Fiat Panda

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
0.9 TwinAir Turbo 90cv S&S Cross 4x4 4x4 benzina 90 0.9 4 € 19.950

LISTINO

1.3 Multijet S&S 4x4 diesel 80 1.3 4 € 20.400

LISTINO

 

Top