dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 17 ottobre 2012

Audi F12 concept: il futuro delle auto elettriche sportive

Il prototipo nasce da un progetto pubblico-privato triennale, con una piattaforma modulare destinata ai futuri veicoli elettrici Audi

Audi F12 concept: il futuro delle auto elettriche sportive
Galleria fotografica - Audi F12 conceptGalleria fotografica - Audi F12 concept
  • Audi F12 concept - anteprima 1
  • Audi F12 concept - anteprima 2

Audi ha completato il progetto triennale di ricerca, avviato nell'ottobre del 2009, che prende il nome di "e performance" e riguarda la realizzazione di una piattaforma per la mobilità elettrica. Il progetto, con un importo di 36 milioni di euro e il contributo del governo tedesco, è stato portato avanti insieme ad industrie specializzate, come Bosch, l'Università di Aachen e altri istituti di ricerca e università tecniche della Germania. Secondo Christian Allmann, uno dei responsabili di progetto, si tratta del più grande progetto interdisciplinare mai realizzato in Germania nel campo dei veicoli elettrici.

UNA PIATTAFORMA "ELETTRICA" MODULARE
Scopo principale del progetto, secondo le recenti tendenze del gruppo Volkswagen, era di realizzare un pianale di tipo modulare, che permette di essere impiegato su diverse tipologie e dimensioni di veicoli elettrici del prossimo futuro. Su questa piattaforma è possibile non solo applicare carrozzerie di tipo diverso, dalle berline classiche alle coupé sportive, ma anche motori differenti, compresi i sistemi ibridi plug-in. All'inizio il lavoro è stato compiuto con strumenti di simulazione avanzata, per arrivare alla realizzazione concreta di parti di telaio, e di una vettura-laboratorio, denominata F12.

F12 CONCEPT: TRE MOTORI, TRAZIONE INTEGRALE, 204 CV
La F12 si presenta con proporzioni simili a quelle della Audi R8, e prefigura una possibile sport car elettrica del prossimo futuro, anche a livello di architettura interna, denominata "e Sport". La F12 è mossa da tre motori elettrici con controllo indipendente, con la possibilità di funzionare in modo diverso a seconda delle condizioni di marcia: ad esempio, a basse velocità è attivo soltanto il motore sincrono nell'asse anteriore, mentre i motori collegati alle ruote posteriori si attivano alle alte velocità, garantendo la trazione sulle quattro ruote. Nel complesso, i motori sono capaci di generare 204 CV e 550 Nm di coppia, alimentati da due blocchi separati di batterie, ognuno costituito da 200 macrocelle e dalla capacità complessiva di 38 kWh, con un innovativo sistema elettrico ad alto voltaggio variabile che è in grado di generare 144 o 216 V. Viene integrata con il sistema anche una specifica pompa di calore, che serve anche per regolare il clima nell'abitacolo. Quattro pulsanti nel tunnel dell'abitacolo permettono di selezionare le modalità di guida di base -Park, Reverse, Neutral and Drive, mentre il controllo delle altre funzioni avviene attraverso un tablet removibile nella consolle centrale. Il progetto proseguirà individuando nuovi obiettivi, a cominciare dal controllo termico; le soluzioni individuate troveranno in parte applicazione pratica nella futura produzione di serie.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Audi , auto elettrica


Top