dalla Home

Attualità

pubblicato il 16 ottobre 2012

Il viceministro Ciaccia promette altri soldi per le infrastrutture

In arrivo investimenti per strade e autostrade, soprattutto per la Orte-Mestre

Il viceministro Ciaccia promette altri soldi per le infrastrutture

L’annuncio del viceministro dei Trasporti, Mario Ciaccia, è chiaro: entro ottobre 2012, ci sarà un Cipe ricco di investimenti per le infrastrutture. Il robusto Comitato interministeriale per la programmazione economica si svolgerà entro la fine di questo mese, e avrà al centro l'Orte-Mestre. Queste le parole del viceministro, a margine della presentazione del rapporto Ance (Costruttori edili) 2012 sulle imprese del settore all'estero. Non solo: sono state esaminate alcune questioni specifiche, prima fra tutte lo stato dell'arte della Orte-Mestre. “Speriamo - aggiunge Ciaccia - in tempi ragionevoli di riuscire a definire questa opera da 10 miliardi di euro. Ci saranno poi altre tre o quattro cose che non hanno questa valenza ma potranno favorire lo sviluppo di ulteriori infrastrutture.

IMPORTI PESANTI
“L'obiettivo - ha spiegato Ciaccia - è quello di arrivare entro fine mese a un Cipe molto robusto capace di dare iniziative procedimentali con l'assegnazione delle gare nelle prossime settimane e nei prossimi mesi. Ci sono opere importanti per il loro valore economico e che fanno parte di corridoi europei. Stiamo parlando di importi estremamente rilevanti. Le nostre strutture stanno lavorando alacremente per arrivare presto alla loro approvazione".

E DUE
In seconda battuta, arriverà un nuovo Disegno di legge per il settore delle costruzioni che, dice Ciaccia, "prevederà disposizioni importanti per l'attrazione di capitale di rischio e norme di semplificazione". Il viceministro farà una richiesta al Consiglio dei ministri e al Parlamento per le deleghe, così da assestare le norme sui contratti pubblici: un assestamento delle norme di principio in materia edilizia e del codice della navigazione per la parte marittima. "Si parla tanto di motori della crescita. Non c'è dubbio che un motore potente è quello delle costruzioni, dalla casa alle infrastrutture", ha aggiunto Ciaccia.

CENTRI URBANI
Novità anche per le città. "Sono arrivate svariate centinaia di domande che dimostrano una necessità diffusa. Parliamo di città del Nord, del Centro e del Sud", ha spiegato il viceministro. La cabina di regia avvierà un'istruttoria sulle singole proposte avanzate (dovrebbero essere 400) e provvederà all'assegnazione delle risorse alle realtà locali nell'ottica che queste dovranno fare sistema. Fondamentali, per Ciaccia, saranno "la cantierabilità immediata e la capacità di mobilitare altre risorse, anche private, per il recupero delle aree degradate nel modo più ottimale". L’auspicio è che le malconce strade delle nostre metropoli possano essere rifatte, dando tregua a sospesnioni e pneumatici, e al contempo migliorando la sicurezza stradale.

TRECENTO MILIARDI
E in generale, in Italia, il fabbisogno complessivo di opere pubbliche per il periodo fino al 2020 è pari ad almeno 300 miliardi di euro: la domanda di capitale per investimenti a lungo termine tenderà a crescere, mentre l'offerta non riuscirà a soddisfare la richiesta. “Così, il Governo ha scelto di modellare una forma del tutto peculiare di project bond, adattandola alla situazione dell'economia e delle finanza pubblica italiana". Lo ha detto Ciaccia evidenziando che, in questo modo, i costi di finanziamento sono più bassi nei confronti dei prestiti bancari e temporalità più estese rispetto ai prestiti medesimi. Ovviamente, dalle parole dei rappresentanti del Governo si dovrà poi passare ai fatti; facendo anche massima attenzione che tutto il denaro confluisce nei canali prestabiliti: a tal fine, il ministero dei Trasporti ha dato vita a un’operazione trasparenza. La stesura del “Bilancio sociale” per la prima volta rappresenta lo “strumento con il quale il ministero intende dar conto ai cittadini del proprio operato, dei risultati conseguiti con le risorse pubbliche utilizzate, delle ricadute sociali della propria attività istituzionale”.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , infrastrutture


Top