dalla Home

Novità

pubblicato il 12 ottobre 2012

Porsche Cayenne Turbo S

I 550 CV sono gestiti da un autotelaio attivo per spingere il SUV fino a 283 km/h

Porsche Cayenne Turbo S
Galleria fotografica - Porsche Cayenne Turbo SGalleria fotografica - Porsche Cayenne Turbo S
  • Porsche Cayenne Turbo S - anteprima 1
  • Porsche Cayenne Turbo S - anteprima 2
  • Porsche Cayenne Turbo S - anteprima 3
  • Porsche Cayenne Turbo S - anteprima 4
  • Porsche Cayenne Turbo S - anteprima 5
  • Porsche Cayenne Turbo S - anteprima 6

E’ la nuova ammiraglia dell’apprezzato SUV di Zuffenhausen, la Porsche Cayenne Turbo S. Una lettera in più sulla carrozzeria, che porta con sé una dote di 550 CV. Al pari della potenza, rispetto alla versione Turbo è sempre di 50, questa volta Nm, l’aumento relativo alla coppia massima (pari 750 Nm), numeri che permettono alla Cayenne più potente di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi e toccare i 283 km/h. I consumi dichiarati sono di 11,5 l/100 km per quanto riguarda il ciclo combinato, mentre il listino di partenza è fissato a quota 155.515 euro, con le consegne che inizieranno nel gennaio del 2013.

L'ELETTRONICA SORVEGLIA
La Porsche Cayenne Turbo S non dimentica le sue origini SUV anche in questa versione top per prestazioni e allestimenti. L’autotelaio di meccanica beneficia infatti dell’abbinamento tra le sospensioni pneumatiche e il controllo attivo dello smorzamento per gli ammortizzatori PASM (Porsche Active Suspension Management). Su un veicolo a baricentro alto di questo livello di prestazioni giova la presenza del Porsche Dynamic Chassis Control (PDCC), il sistema che sorveglia i moti di cassa dell’auto contrastando in particolare il rollio in curva.

UN RETROTRENO DA SPORTIVA
A supportarlo c’è il Porsche Torque Vectoring Plus (PTV Plus), tecnologia offerta di serie che applica i cosiddetti momenti d’imbardata (coppie di forze attorno all’asse verticale della vettura) alle ruote posteriori, collaborando con un differenziale elettronico per incrementare la motricità in fase di trazione. A completare la caratterizzazione della Turbo S, infine, è il pacchetto Sport Chrono anch'esso presente nella dotazione di serie.

AL TOP FUORI E DENTRO
Per quel che riguarda le caratterizzazioni estetiche, la Porsche Turbo S si differenzia al primo colpo d’occhio per la verniciatura nero laccato della prese d’aria, sedi dei proiettori e cornici degli specchi retrovisori. Stessa tinta riveste la parte interna dei cerchi in lega da 21 pollici di diametro, stilizzati ispirandosi al disegno 911 Turbo II. Nell’abitacolo sono gli interni in pelle bi-colore ad accogliere gli occupanti e i rivestimenti specifici si presentano in diverse combinazioni di colori, dal rosso “Carrera” al beige “lusso”. Il pacchetto Carbon, inoltre, completa le finiture con inserti in materiale composito.

Autore:

Tag: Novità , Porsche , auto europee


Top