dalla Home

Test

pubblicato il 9 ottobre 2012

Kia cee'd Sportswagon, quando la wagon non è solo casa-lavoro-supermercato

Design dinamico, interni curati, buona guidabilità. Senza dimenticare comfort e capacità di carico

Kia cee'd Sportswagon, quando la wagon non è solo casa-lavoro-supermercato
Galleria fotografica - Nuova Kia cee’d SportswagonGalleria fotografica - Nuova Kia cee’d Sportswagon
  • Nuova Kia cee’d Sportswagon - anteprima 1
  • Nuova Kia cee’d Sportswagon - anteprima 2
  • Nuova Kia cee’d Sportswagon - anteprima 3
  • Nuova Kia cee’d Sportswagon - anteprima 4
  • Nuova Kia cee’d Sportswagon - anteprima 5
  • Nuova Kia cee’d Sportswagon - anteprima 6

Gli italiani che comprano le station wagon sono sempre meno: precisamente il 29% nei primi nove mesi del 2012, rispetto allo stesso periodo del 2011. Detto questo, si tratta comunque di oltre 100.000 automobilisti in un anno, non di briciole. Ecco perché i coreani del Gruppo Hyundai-Kia, dopo il recentissimo debutto della i30, rilanciano immediatamente con la "gemella diversa" cee'd Sportswagon, già vista in marzo al Salone di Ginevra ma ora disponibile in concessionaria. Le due vetture condividono quasi tutto dal punto di vista della meccanica, ma differiscono non poco nel look, nella personalità e in parte anche nel target a cui si rivolgono. Differenze che sono emerse in tutta la loro evidenza nella prova in anteprima sulle strade spagnole della Catalunya.

SPORTIVITA' FUORI E DENTRO
La grande bocca che si apre tra i fari anteriori è il biglietto da visita della cee'd, più aggressiva e quindi dedicata a una clientela più giovanile rispetto a quella della i30. Un'impostazione forse ancor più esplicita dentro, con i tre strumenti tondi dal profilo cromato e la plancia che si rivolge al guidatore dando quel senso di "raccoglimento" tipico delle sportive. Ovvio, si tratta solo di espedienti stilistici: la coreana non dimentica di essere una SW e che il suo compito è quello di trasportare il più possibile, nel modo più comodo possibile. Ecco perché, dai sedili anteriori fino al portellone, tutti i "crismi" della buona familiare vengono rispettati. I centimetri abbondano in tutte le direzioni sia davanti - dove si gode di ampie e precise regolazioni - sia dietro, grazie anche al pavimento quasi del tutto piatto, a vantaggio della libertà di movimento dei piedi. Generoso il vano di carico: i 19 cm in più di lunghezza della carrozzeria (che passa da 431 a 450 cm) innalzano la capacità fino a 528 litri, ben 1.642 abbattendo gli schienali dei sedili posteriori. Numeri che significano libertà di riempire il carrello della spesa, di caricare la bicicletta senza smontare le ruote, di portarsi in vacanza (quasi) tutto quello che si vuole. Non solo: se siete tipi ordinati, il listino Kia contempla anche i binari sul fondo del bagagliaio, con tanto di barra telescopica regolabile per trattenere il carico e un doppio fondo per stivare gli oggetti sporchi o bagnati.

RIMANDATA IN ERGONOMIA
Come detto, gli interni catturano lo sguardo grazie alla plancia "avvolgente" e ai numerosi dettagli cromati sapientemente posizionati. Una sensazione di ricchezza che trova conferma anche quando l'analisi passa dalla vista al tatto: i materiali sono infatti di buona qualità. Come su molte concorrenti del segmento C - anche tedesche, sia chiaro - le plastiche meno in vista concedono qualcosa in favore del taglio dei costi industriali, senza però che il quadro complessivo ne esca compromesso. Se dal tatto di passa all'udito, non giungono che conferme: i rivestimenti e le varie superfici dell'abitacolo, accuratamente montate, non danno mai origine a fastidiosi scricchiolii. Se si può muovere qualche appunto alla cee'd ci si deve dunque spostare al capitolo ergonomia. I coreani hanno replicato molte delle funzioni comprese nel touch screen anche con i tasti "fisici". Una scelta che porta a un inevitabile affollamento: i pulsanti su console e volante sono numerosi, piccoli e vicini uno all'altro e non semplificano la vita del guidatore.

PROMOSSA IN COMFORT
Dell'abitabilità abbiamo già parlato, ora è tempo di lasciare spazio alla guida. La nostra prova si è concentrata sulla motorizzazione diesel top di gamma: la 1.6 da 128 cavalli abbinata al cambio manuale. Un mix equilibrato, certo non sportivo ma adeguato al genere di vettura: rispetto alla variante da 110 CV, questa consente di ridurre l'uso del cambio, grazie alla maggiore elasticità ai bassi regimi. Si avvertono meno, invece, i 18 cavalli ottenuti in alto; poco male, una SW a gasolio non si compra certo per tirare i rapporti fino al limitatore. Coerente con questa filosofia è la taratura delle sospensioni: l'assetto filtra egregiamente le irregolarità della strada e, insieme all'efficacia dell'insonorizzazione, regala viaggi rilassanti anche dopo parecchi km. Quanto alla guidabilità, come sulla berlina e sulla cugina Hyundai, la razza destra del volante ospita il tastino del Flex Steer: il servosterzo elettronico si può tarare su tre programmi in ordine crescente di dinamismo, Comfort, Normal e Sport. Le differenze più sensibili si avvertono nel passaggio da Normal a Sport: il comando diventa molto più consistente e la comunicatività migliora. Buona, infine, la precisione nel seguire la traiettoria impostata: la cee'd tiene fede al nome Sportswagon e sfoggia un'agilità insospettabile fra le curve.

SPECIALIZZATA IN ECONOMIA
Il prezzo di listino non dice tutto: la 1.6 CRDi 128 CV Class, versione appena prima del top di gamma Platinum, è proposta a 23.150 euro. Una cifra allineata alla concorrenza (leggi Ford Focus, Opel Astra e Peugeot 308), ma comprensiva di una lunga lista di dotazioni di serie. Solo per citarne alcune: 6 airbag, assistenza alla frenata di emergenza, cerchi in lega da 17", climatizzatore automatico bizona, cruise control, Flex Steer, luci diurne a led, retrovisori regolabili, ripiegabili e riscaldabili elettricamente e sensori di parcheggio posteriori. La specializzazione in economia è stata ottenuta grazie anche alla moderazione nella richiesta di gasolio: il trip computer ha indicato 5,6 l/100 km guidando normalmente e addirittura 4,7 prestando attenzione.

Scheda Versione

Kia cee\'d Sportswagon
Nome
cee'd Sportswagon
Anno
2012 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
Wagon
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Kia , auto coreane


Listino Kia cee'd

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.4 CVVT ACTIVE SW anteriore benzina 100 1.4 5 € 17.800

LISTINO

1.4 CVVT COOL SW anteriore benzina 100 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.4 CRDI ACTIVE SW anteriore diesel 90 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.4 ECO GPL ACTIVE anteriore benzina 98 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.4 ECO GPL COOL SW ACTIVE anteriore GPL 98 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.6 CRDI 110cv ACTIVE SW anteriore diesel 110 1.6 5 € 20.800

LISTINO

1.4 CRDI COOL SW anteriore diesel 90 1.4 5 € 21.800

LISTINO

1.4 ECO GPL COOL SW anteriore GPL 98 1.4 5 € 21.800

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top