dalla Home

Interviste

pubblicato il 2 ottobre 2012

TomTom: "Per noi gli smartphone sono un'opportunità"

A Parigi il Marketing automotive director della società ci ha parlato del futuro della navigazione in auto

TomTom: "Per noi gli smartphone sono un'opportunità"
Galleria fotografica - TomTom al Salone di Parigi 2012Galleria fotografica - TomTom al Salone di Parigi 2012
  • TomTom al Salone di Parigi 2012 - anteprima 1
  • TomTom al Salone di Parigi 2012 - anteprima 2
  • TomTom al Salone di Parigi 2012 - anteprima 3
  • TomTom al Salone di Parigi 2012 - anteprima 4
  • TomTom al Salone di Parigi 2012 - anteprima 5
  • TomTom al Salone di Parigi 2012 - anteprima 6

I possessori di iPhone e iPad aumentano costantemente e questa rivoluzione tecnologica sta influenzando il mondo dell'auto sia in termini di prodotto auto (sempre più costruttori sfornano novità a prova di "Apple" o "Android") sia sul fronte della navigazione. Il recente accordo tra l'azienda di Cupertino e la TomTom è stato giudicato da alcuni come "la morte annunciata" dei navigatori sul mercato, ma l'affermazione è troppo forte e prova solo che la rivoluzione è in atto. Al Salone di Parigi, dove TomTom è a bordo della Lexus CT200h, delle nuove Renault Clio e ZOE e della nuova Mazda6, Stéphane Lagresle, Marketing automotive director, ha parlato con OmniAuto.it del futuro di questo settore. "La navigazione ormai parla con il mondo esterno e la prossima sfida è integrare tutto", ha detto, spiegando che la potenziale fetta di clienti si sta allargando proprio grazie alla diffusione degli smartphone:

"Più persone usano le applicazioni, più persone possiamo raggiungere noi con le nostre mappe". Molto presto, come annuncia Lagresle, l'auto sarà completamente integrata con questi dispositivi. Basterà inserire nel proprio iPhone o iPad l'indirizzo di un appuntamento e salendo in auto non si dovrà più impostare nulla. Il sistema riconoscerà automaticamente la destinazione richiesta e vi porterà l'automobilista. Sull'auto elettrica inoltre il guidatore saprà dove sono le stazioni di ricarica più vicine e, se necessita di rifornimento per raggiungere la meta, il navigatore gli segnalerà in automatico le soste considerando i tempi per fare il pieno di energia. "Tu non dovrai più far nulla", promette Lagresle.

Autore:

Tag: Interviste , navigatori satellitari


Top