dalla Home

Tuning

pubblicato il 2 novembre 2006

Volkswagen Golf R-GT

Volkswagen Golf R-GT
Galleria fotografica - Volkswagen Golf R-GTGalleria fotografica - Volkswagen Golf R-GT
  • Volkswagen Golf R-GT - anteprima 1
  • Volkswagen Golf R-GT - anteprima 2
  • Volkswagen Golf R-GT - anteprima 3
  • Volkswagen Golf R-GT - anteprima 4
  • Volkswagen Golf R-GT - anteprima 5
  • Volkswagen Golf R-GT - anteprima 6

La Golf GTI? Brillante, ma nulla di che. La Golf GTI 30 Edition? Meglio, ma comunque scontata. E la R32? Sicuramente un bel mezzo come auto di serie, ma si può far molto di più...

Fermo restando il tema "Golf", per il SEMA ci voleva qualcosa di più estremo ed emozionante. Un elaborazione con la "E" maiuscola che lasciasse anche gli appassionati di tuning - abituati a vederne di tutti i colori - a bocca aperta. In Volkswagen hanno dunque avuto carta bianca per sbizzarrirsi ed è stata sviluppata la Golf R-GT.

375 cavalli di potenza (e 460 Nm di coppia) erogati da un 2.0 TFSI, cioè il motore della versione GTI, che di serie ne vanta 200. Un risultato ottenuto grazie all'adozione di un turbocompressore APR, di un nuovo intercooler e della rivisitazione completa dei condotti di aspirazione. Le prestazioni sono evidentemente da supercar con un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h dichiarato in meno di 5 secondi.

Un auto da SEMA deve però essere estrema dentro quanto fuori. A caratterizzare il corpo vettura della Golf R-GT ci ha pensato il Centro Stile Volkwagen californiano, sviluppando modifiche da un lato funzionali all'incremento prestazionale e dall'altro... all'esigenza di far notare la macchina a tutti i costi. La Golf R-GT è nera e si distingue riconosce subito per diverse parti della carrozzeria in fibra di carbonio, come la calandra, il cofano motore o lo spoiler posteriore. Tutti questi elementi presentano poi un disegno più sportivo con prese d'aria rigorosamente maggiorate. La gommatura non poteva che essere extra large: i pneumatici sono di tipo ultra ribassato 265/30 e calzano cerchi da 19 pollici molti vistosi anche per il doppio colore: nero lucido per le razze e rosso fuoco per la parte interna.

Chissà se la vedremo mai in Europa...

Autore: Alessandro Lago

Tag: Tuning , Volkswagen


Top