dalla Home

Mercato

pubblicato il 2 ottobre 2012

I trend per il 2013: efficienza dei motori e connettività

Secondo un panel di giornalisti specializzati, rallenta l'interesse per i veicoli elettrici

I trend per il 2013: efficienza dei motori e connettività

Quali sono i trend dell'industria automobilistica di oggi? Un panel formato da 60 giornalisti specializzati di tutto il mondo ha cercato di dare una risposta a questa domanda, in una conferenza stampa a Parigi svoltasi nell'ambito del premio giornalistico alle aziende automobilistiche World Car Awards (WCA), dopo uno specifico studio promosso dall'azienda di comunicazione Prime Research. Questi gli interessanti risultati.

EFFICIENZA E CONNETTIVITÀ I TREND PRINCIPALI PER IL 2013
Il successo delle periferiche elettroniche, multimediali e di telefonia mobile di quest'ultimo periodo indica che la connettività è uno dei due principali trend di mercato automobilistico previsti per il 2013; questo tema sta incalzando al tendenza che si trova al primo posto, che è l'efficienza dei motori. Si tratta dei due aspetti che quasi un quarto degli esperti ritiene come i più importanti obiettivi industriali del 2013 e che sono maggiormente trattati dagli articoli nella stampa di settore internazionale. Al terzo posto si trovano i veicoli elettrici (circa il 10%), curiosamente non solo in fase calante, ma anche sempre più osservati con occhio critico dalla stampa, mentre la riduzione del peso è posta sotto attenzione ma ancora lontana dalle prime posizioni. Tra gli altri trend previsti per il 2013, c'è il downsizing, che continuerà a far sentire la sua presenza in tutti i segmenti e i mercati.

ALLEANZE STRATEGICHE MEGLIO DELLE ACQUISIZIONI
Un altro dei trend per il 2013 è il gioco delle alleanze strategiche tra le Case automobilistiche, però pensato in modo diverso rispetto alle semplici "acquisizioni" di uno o più marchi: sembra vincente l'idea della sinergia e della condivisione di tecnologie, ma anche il confronto tra differenti culture d'impresa. Il modello di riferimento, da questo punto di vista, è l'alleanza Renault-Nissan, mentre dal lato opposto un esempio negativo è rappresentato dalla fusione DaimlerChrysler, naufragata dopo qualche anno. Storicamente, anche BMW non ottenne vantaggi nell'acquisizione di Rover (se non per il marchio MINI); ora, invece, gli esperti valutano positivamente la sinergia da poco avviata tra BMW e Toyota, e anche l'estensione dell'alleanza Renault-Nissan con Daimler, mentre è vista con sospetto l'alleanza GM-PSA.

RANGE EXTENDER PIÙ TRENDY DELLE ELETTRICHE NEL 2013
Ma quali saranno le automobili più "trendy" per il 2013, dal punto di vista della tecnologia impiegata? Più che i veicoli elettrici, considerati ancora come promettenti concept, il panel di giornalisti ha valutato i veicoli range-extended come la soluzione più concreta e immediata per la diffusione della mobilità elettrica, seguiti da ibridi plug-in e con batterie fuel cell. Sotto i riflettori dei media internazionali, dunque, sta aumentando l'interesse per veicoli come la Chevrolet Volt/OpelAmpera, mentre, nell'ordine, Giappone, Germania e Stati Uniti sono valutati come apripista per la diffusione della mobilità elettrica; in questo ambito, Toyota e Renault/Nissan appaiono ai giornalisti come le aziende leader nella futura motorizzazione a zero emissioni, seguite da Tesla. Poche, invece, le valutazioni positive in tal senso per Fisker e la cinese BYD.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Mercato , parigi


Top