dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 27 settembre 2012

Volkswagen Golf BlueMotion concept

A Parigi la Golf più parca di tutti i tempi, con 3,2 litri di gasolio ogni 100 km; in arrivo nell'estate 2013

Volkswagen Golf BlueMotion concept
Galleria fotografica - Volkswagen Golf BlueMotion concept Galleria fotografica - Volkswagen Golf BlueMotion concept
  • Volkswagen Golf BlueMotion concept  - anteprima 1
  • Volkswagen Golf BlueMotion concept  - anteprima 2
  • Volkswagen Golf BlueMotion concept  - anteprima 3
  • Volkswagen Golf BlueMotion concept  - anteprima 4

Nel quadro generale di ricerca di soluzioni per l'abbattimento di consumi ed emissioni, ci sono attualmente due strade. La prima è affidarsi al motore elettrico, per veicoli completamente a zero emissioni o auto ibride che impiegano anche un motore termico. La seconda è cercare di perfezionare i motori termici esistenti. Questa è la strada seguita dalla nuova Volkswagen Golf BlueMotion concept, che debutta al Salone di Parigi e che promette consumi medi da record: 3,2 l/100 km, con 85 g/km di CO2.

LA GOLF PIÙ PARCA: 3,2 L/100 KM
Già in precedenza Volkswagen aveva presentato due Golf con il nome BlueMotion, dai consumi ridotti: nel 2007 (4,5 l/100 km, 119 g/km) e nel 2009 (3,8 l/100 km, 99 g/km); la terza generazione promette risultati ancora migliori, grazie alla tecnologia impiegata. Il motore, innanzi tutto, che il recente 1.6 TDI da 110 CV, siglato EA288, in grado di sviluppare 250 Nm di coppia massima già a 1.550 giri/min, mantenendola disponibile fino a 2.750 giri. Contribuiscono all'efficienza dal sistema la diminuzione dell’attrito interno, la riduzione della fase di riscaldamento, il circuito di ricircolo dei gas di scarico (AGR), il sensore di pressione dei cilindri, la pompa dell’olio a due livelli, la pompa dell’acqua commutabile e l'intercooler raffreddato ad acqua all’interno del condotto di aspirazione; catalizzatore ossidante, filtro antiparticolato e catalizzatore ad accumulo di NOx permettono di limitare le emissioni inquinanti. I 3,2 l/100 km, con una velocità massima stimata in circa 202 km/h, permettono così un'autonomia teorica di 1.562 km.

PESO RIDOTTO E CURA AERODINAMICA
Molta attenzione è stata posta alla riduzione del peso, pari a circa 26 kg in meno per il telaio e 37 kg sull'intera struttura; sono poi impiegati pneumatici con resistenza al rotolamento ottimizzata su cerchi relativamente piccoli (solo da 15" o da 16"), rapporti al cambio a 5 marce più lunghi e sistema Start/Stop. Molto curata anche l'aerodinamica: rispetto alle altre Golf della nuova serie, la BlueMotion ha un telaio abbassato di 15 mm, ed è dotata di spoiler sul tetto, deflettori laterali sul lunotto, calandra e prese d'aria chiuse totalmente o parzialmente, specifiche protezioni sottoscocca, canali di raffreddamento dei freni ottimizzati e spoiler in corrispondenza del montante posteriore. Grazie a questi accorgimenti, il Cx della Golf BlueMotion concept è pari a 0,27.

DI SERIE DALL'ESTATE 2013 IN DUE ALLESTIMENTI
La versione di serie della Golf BlueMotion arriverà in Germania nel corso dell'estate 2013, e, a differenza dei modelli precedenti, sarò disponibile in due allestimenti, Trendline e Comfortline, a tre o cinque porte. Gli accessori di serie sono analoghi a quelli delle versioni "normali": la Trendline prevede, ad esempio, 7 airbag, touchscreen da 7" e bloccaggio del differenziale trasversale XDS, mentre la Comfortline aggiunge Park Pilot anteriore e posteriore, impianto radio Composition Touch e sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore.

Scegli Versione

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , Volkswagen


Top