dalla Home

Home » Argomenti » Auto e Salute

pubblicato il 13 settembre 2012

Dossier Auto e Salute

La postura in auto, tra sicurezza e salute

Meno di 10 mosse possono assicurare una seduta ideale per schiena e articolazioni

La postura in auto, tra sicurezza e salute
Galleria fotografica - La postura in autoGalleria fotografica - La postura in auto
  • 1. Portare il sedile ad una altezza giusta - anteprima 1
  • 2. Regolare la posizione del sedile in modo da riuscire a premere a fondo i pedali - anteprima 2
  • 3. Se possibile, regolare la seduta per evitare zone di pressione dietro le ginocchia   - anteprima 3
  • 4. Regolare lo schienale per dare un buon supporto a tutta la colonna vertebrale - anteprima 4
  • 5. Quando presente, regolare il supporto lombare   - anteprima 5
  • 6. Regolare l\'altezza e la profondit - anteprima 6

Mantenere una postura adeguata in auto è un aspetto importante rispetto a sicurezza stradale e prevenzione di comuni disturbi muscolo-scheletrici come cervicalgia, lombalgia (mal di schiena) e spalla dolorosa. Il presidente dell'Associazione Italiana Fisioterapisti (AIFI), Antonio Bortone, lo ha sottolineato anche quando ad OmniAuto.it ha spiegato come prevenire ed alleviare i dolori derivanti dalla cervicale quando si trascorrono tante ore al volante. "Come detto nel numero precedente, non bisogna dimenticare che una postura prolungata nel tempo, per quanto corretta, perde in comfort e può essere causa di dolore", ha detto. Per evitare questa evenienza bisogna seguire le raccomandazioni già fornite la scorsa settimana: non guidare per più di 4 ore al giorno; fermarsi per 15 minuti ogni 2 ore; ad ogni fermata modificare leggermente le regolazioni del sedile per evitare di mantenere la stessa postura troppo a lungo. Bortone raccomanda anche di approfittare delle fermate per camminare ed eseguire qualche semplice esercizio per "sgranchire" le articolazioni. Riguardo alla postura nello specifico, basta seguire 8 semplici regole per tutelarsi, ricordando che braccia e gambe non devono mai essere perfettamente tese. In caso di incidente stradale i danni o eventuali fratture sarebbero più gravi.

Di seguito risportiamo i consigli della "Chartered Society of Physiotherapy" e dalla "Highways Agency" per regolare in modo corretto la posizione di guida in modo da ottenere il massimo comfort e sicurezza durante la guida (vedi foto):

1. Portare il sedile ad una altezza tale da consentire la massima visibilità della strada e, allo stesso tempo una distanza adeguata della testa dal tetto. Questo accorgimento è importante sia per la sicurezza stradale sia per consentire al collo in particolare, e tutta la colonna vertebrale in generale, di mantenere una posizione confortevole. In questo modo il conducente avrà una buona visuale della strada senza dover modificare continuamente la posizione della testa e del collo.

2.Regolare la posizione del sedile in modo tale da riuscire a premere a fondo e facilmente i pedali della frizione e dell'acceleratore. In questo modo si eviteranno movimenti abnormi di scivolamento in avanti del bacino e della schiena, movimenti eccessivi delle caviglie e le ginocchia potranno "riposare" in una posizione intermedia senza rischio di sovraccarico.

3. Se possibile, regolare l'inclinazione della seduta in modo che le cosce risultino ben supportate evitando di creare una zona di pressione dietro le ginocchia. Avere le cosce ben poggiate sul sedile migliora notevolmente il comfort di guida ma, se si crea troppa pressione dietro le ginocchia (nel cavo popliteo), si potrebbe ostacolare la circolazione sanguigna con rischi anche gravi per la salute.

4. Regolare lo schienale in modo che fornisca un buon supporto a tutta la colonna vertebrale fino all'altezza delle spalle. In questo modo le strutture muscoloscheletriche della colonna vertebrale sopporteranno un carico minimo durante le guida a tutto vantaggio del benessere del conducente. Attenzione a non reclinare troppo lo schienale in quanto si potrebbe avere una eccessiva flessione della testa e del collo e uno scivolamento in avanti delle cosce. In questa posizione anche le spalle e le braccia, troppo protese in avanti, sopporterebbero un carico eccessivo con un affaticamento precoce e insorgenza di dolore.

5. Quando presente, regolare il supporto lombare per dare una pressione uniforme per tutta la lunghezza dello schienale. Il supporto lombare deve adattarsi alla propria schiena senza punti di pressione o "vuoti" in modo da evitare di sovraccaricare troppo le strutture articolari e/o muscolari della schiena e ridurre il più possibile il senso di fatica durante e dopo la guida.

6. Regolare l'altezza e la profondità del volante in modo da consentire il movimento delle cosce quando si azionano i pedali e una buona visibilità del tachimetro. Posizionare in modo corretto il volante è importante anche per evitare di sovraccaricare le spalle sia nei lunghi tragitti sia nell'effettuare manovre che richiedono ampie sterzate. Per quanto riguarda la presa del volante, la posizione raccomandata dalla "American Automobile Association" è quella delle "9 e 15" che da un lato consente di riposare le spalle e le articolazioni delle braccia, dall'altro di sterzare agevolmente senza costringere le braccia ad effettuare dannosi movimenti ripetuti a fine corsa. Anche la modalità di presa del volante è importante per evitare sovraccarichi alle strutture muscolo-scheletriche e nervose del polso. Per questo è necessario impugnare il volante in modo che i polsi siano mantenuti in posizione intermedia tra flessione ed estensione (posizione neutra) evitando le posizioni mantenute a fine corsa che sollecitano eccessivamente le strutture del polso con il rischio di sviluppare (o peggiorare i sintomi) patologie a carico di tendini (tendinopatie) e nervi (sindrome del tunnel carpale).

7. Regolare il poggiatesta per ridurre il rischio di lesioni in caso di incidente stradale. Il poggiatesta dovrebbe essere posizionato alla stessa altezza della testa del conducente e ad una distanza di circa 7 centimetri dalla stessa. In caso di tamponamento questo accorgimento riduce notevolmente le conseguenze del famoso "colpo di frusta", una pericolosa forza di accelerazione-decelerazione che si scarica sulle strutture muscolo-scheletriche e nervose del collo quando il veicolo riceve un urto posteriore o laterale. Il poggiatesta troppo basso, oltre a non contenere il rapido spostamento posteriore del capo, potrebbe fare da fulcro e aumentare i rischi di danni per il collo.

8. Regolare gli specchietti retrovisori e laterali per garantire che possano essere utilizzati con il minimo movimento della testa e del tronco. Il rispetto di questa raccomandazione consente di evitare movimenti eccessivi e ripetuti del collo e/o della parte superiore della colonna vertebrale che costituiscono una potenziale causa di dolore.

Per approfondire il discorso sulla postura OmniAuto.it consiglia di scaricare il documento seguente. E' una guida messa a punto in Australia sulla corretta posizione del corpo nelle più svariate attività quotidiane, come lavorare al PC, caricare o scaricare pesi, dormire o fare lavori domestici.



Leggi altri articoli su Auto e Salute.

Autore:

Tag: Da Sapere , salute


Top