dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 12 settembre 2012

Nissan TeRRA concept

Nato dal successo dei SUV Murano e Qashqai, TeRRA vuole essere "il solo e unico SUV a emissioni zero"

Galleria fotografica - Nissan TeRRA concept Galleria fotografica - Nissan TeRRA concept
  • Nissan TeRRA concept  - anteprima 1
  • Nissan TeRRA concept  - anteprima 2
  • Nissan TeRRA concept  - anteprima 3
  • Nissan TeRRA concept  - anteprima 4
  • Nissan TeRRA concept  - anteprima 5
  • Nissan TeRRA concept  - anteprima 6

Il rispetto per l'ambiente è un tema ormai trattato da tutti i costruttori, che lo affrontano con sfumature anche diverse. Nissan, che ha maturato una certa esperienza nell'ambito dei crossover urbani, con bestseller quali Murano e Qashqai, ha deciso di esaltare questo suo funto di forza presentando al Salone di Parigi (29 settembre - 14 ottobre) il concept TeRRA, un SUV a propulsione elettrica 4x4 a celle di combustibile che proietta il design compatto delle Nissan in una dimensione futura. "La nostra sfida era trasferire la forza dei SUV e dei crossover Nissan al mondo delle emissioni zero e la tecnologia fuel cell sarà la nostra nuova frontiera per la mobilità a zero emissioni", dice Francois Bancon, General Manager della Divisione Nissan per Product Strategy e Planning. "L'obiettivo era trasmettere il nuovo approccio ai SUV: non più soltanto grandi e robusti per affrontare il deserto, ma utili per la vita urbana - spiega -. L'originale configurazione diagonale dei sedili offre un'esperienza di guida esaltante grazie ad un'eccezionale visibilità che regala la sensazione di avere tutto sotto controllo in qualsiasi momento".

L'ISPIRAZIONE E' ARRIVATA DAL NORD EUROPA
La visione del futuro a emissioni zero di Nissan è stata ispirata dallo stile di vita dei giovani del Nord Europa, come ha spiegato Shiro Nakamura, Senior Vice President e Chief Creative Officer di Nissan: "Abbiamo cercato di interpretare il loro bisogno di soluzioni di mobilità sostenibili che possano accompagnarli ovunque". Per questo i pneumatici sono maggiorati, la linea di cintura è alta, i montanti sono spessi e i finestrini laterali rastremati. A completare questo senso di solidità ci sono la cintura sinuosa racchiusa tra i parafanghi pronunciati, il cofano scolpito ed i fari in rilievo.

LEGNO E METALLO A CONTRASTO
L'abitacolo di TeRRA è caratterizzato dall'accostamento dei materiali naturali, come il legno, a quelli più industriali, come il metallo. Sul cruscotto, per esempio, faggio e acrilico si fondono, così come sui pannelli delle porte l'intarsio di legno biondo è abbinato all'acrilico colorato. Il posto di guida, che si trova al centro in modo tale che i passeggeri della fila posteriore non siedano esattamente alle spalle degli altri occupanti, è stato reso particolare per l'inserimento di un quadro strumenti che in realtà non è altro che un tablet elettronico. Ed è questa la chiave dell'auto: per partire occorre collegarlo e viceversa, prima di scendere, bisogna rimuoverlo. Quando il tablet è inserito, la schermata di default riporta le velocità e altri indicatori di performance, ma è possibile passare facilmente ad altri menu, quali intrattenimento, comunicazione e navigazione. Al di fuori dell'abitacolo, il dispositivo offre le normali funzioni di un tablet e rimane in contatto con il veicolo.

L'IDROGENO COME PROSPETTIVA PER IL FUTURO
Sebbene TeRRA venga esposto come concept di design e non come prototipo tecnico, la propulsione elettrica 4x4 a celle a combustibile è tutt'altro che inverosimile e la sua realizzazione dimostra che Nissan è orientata alla produzione su larga scala di veicoli elettrici a celle di combustibile, non appena saranno disponibili quantitativi sufficienti di idrogeno. Una previsione difficile da fare, visto il lungo cammino che l'idrogeno deve ancora affrontare per arrivare a tale diffusione. Ultimo di una serie di celle di combustibile proprietarie Nissan, messe a punto sin dal 1996, il pacco di celle (collocato sotto il bagagliaio) - come spiega il costruttore - costa un sesto rispetto al predecessore del 2005, dal momento che l'uso di dispendiosi metalli preziosi è stato ridotto di un quarto. Da notare che questa un'unità dispone della potenza specifica più elevata al mondo: 2,5 kW/l. Più in dettaglio le ruote anteriori di TeRRA sono alimentate dal sistema di propulsione elettrico QU già rodato su Leaf, mentre ciascuna delle ruote posteriori, per completare la trazione integrale, dispone di un motore elettrico interno basato sui prototipi dei tre concept Pivo. L'assenza di alberi di trasmissione per le ruote posteriori rende la superficie del pianale e del sottoscocca perfettamente piana, rendendo lo spazio di carico e la protezione sottoscocca altrettanto uniformi.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Nissan , parigi , car design


Top