dalla Home

Eventi

pubblicato il 13 settembre 2012

Think Blue. Challenge, più chilometri al litro con meno elettricità

Si può risparmiare carburante anche spegnendo gli equipaggiamenti di bordo, come il climatizzatore e lo sbrinatore del lunotto

Think Blue. Challenge, più chilometri al litro con meno elettricità
Galleria fotografica - Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012Galleria fotografica - Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012
  • Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012 - anteprima 1
  • Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012 - anteprima 2
  • Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012 - anteprima 3
  • Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012 - anteprima 4
  • Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012 - anteprima 5
  • Volkswagen up! - Think Blue. Challenge 2012 - anteprima 6

Comoda la vita in auto, ma anche assetata di carburante se l’utilizzo degli accessori legati al comfort non viene moderato dall’attenzione al risparmio. E per ridurre i consumi è bene abituarsi a “spegnere la luce” come si farebbe in una casa, perchè l’assorbimento dell’impianto elettrico dell’automobile, che alimenta dotazioni come il climatizzatore o il lunotto termico, costringe il motore a lavorare con un carico maggiore. In vista della finale italiana del Think Blue. Challenge 2012 che si terrà sabato 15 e domenica 16 settembre al Foro Italico di Roma (per iscriversi gratuitamente è sufficiente registrarsi compilando questo form), continuiamo a parlare di tutti quegli accorgimenti che contribuiscono a costruire uno stile di guida efficiente.

IL FREDDO “ATTENTO” COSTA MENO
Quando d’estate fa molto caldo, ad esempio, è importante aiutare il climatizzatore a raffeddare l’abitacolo prima di mettersi in moto. Dopo una lunga sosta sotto il sole, infatti, è utile spalancare le porte e il portellone del vano bagagli per far uscire la maggior parte del calore, tenendo poi aperti i finestrini dopo essere partiti. Durante il funzionamento del condizionatore, inoltre, l’inserimento della funzione di ricircolo rende più veloce il raggiungimento della temperatura desiderata, perché la quantità d’aria da raffreddare è inferiore. Ottenuto il comfort climatico, quindi, è bene disattivare il ricircolo e diminuire l'intensità del condizionatore, se non addirittura spegnerlo a beneficio dell'econimia di marcia. Con queste strategie si possono risparmiare fino a 2 l/100 km di carburante, che rappresentano la richiesta aggiuntiva che il climatizzatore impone nei mesi più caldi con un uso poco accorto.

iL CALDO NON SERVE "SEMPRE"
Il consumo di carburante legato all'utilizzo dell'impianto elettrico di bordo, tuttavia, può aumentare anche quando fa freddo. Sistemi come lo sbrinatore del lunotto o i sedili riscaldati, infatti, incidono sulla richiesta di combustibile del propulsore e vanno quindi disattivati quando i vetri sono liberi dalla condensa e le sedute hanno raggiunto il calore ottimale. Pertanto, mentre guidate prestate attenzione agli equipaggiamenti che state utilizzando e lasciate in funzione solo quelli di cui avete veramente bisogno: anche questo contribuirà a creare il vostro stile di guida efficiente.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , Volkswagen , concorsi


Top