dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 3 settembre 2012

Il guidatore designato è sempre più in voga

4 giovani su 5 hanno mantenuto l'impegno promosso dalla campagna "Guido con Prudenza" 2012

Il guidatore designato è sempre più in voga

La pratica del guidatore designato, da anni in voga all'estero, prende sempre più piede anche in Italia. Parte del merito va anche alle iniziative come "Guido con Prudenza", il progetto promosso dalla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, in collaborazione con la Polizia Stradale e con il Silb-Fipe. Nata nel 2004, Guido con Prudenza 2012 si è svolta dal 20 luglio al 18 agosto nelle discoteche e nei ristoranti più frequentati della penisola, sulla riviera romagnola, in Versilia, sul litorale laziale e sul litorale pugliese. Secondo i dati raccolti dalla Fondazione ANIA, è aumentato il numero dei giovani che ha scelto la pratica del guidatore designato. All’ingresso dei locali che hanno aderito all’iniziativa, i ragazzi sono stati invitati a individuare il proprio “Bob”, ovvero colui che si impegna a non bere per riportare a casa gli amici senza rischi: 4 giovani su 5 hanno rispettato l’impegno preso e sono risultati sobri all’uscita dalla discoteca, quando si sono sottoposti volontariamente all’alcol test per accertare il proprio stato d’ebbrezza. Rispetto al 2011, sono diminuiti del 30% i giovani che, pur avendo scelto per una sera il ruolo di guidatore designato, non hanno mantenuto l’impegno: infatti il 79% dei Bob (5.210 persone su 6.596 che si sono sottoposte all’alcol test monouso) è risultato sobrio.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top