dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 3 settembre 2012

Peugeot 208 GTi e XY: debutto a Parigi

Definite le versioni di serie della 208 sportiva e di quella "urban-chic"

Peugeot 208 GTi e XY: debutto a Parigi
Galleria fotografica - Peugeot 208 XYGalleria fotografica - Peugeot 208 XY
  • Peugeot 208 XY - anteprima 1
  • Peugeot 208 XY - anteprima 2
  • Peugeot 208 XY - anteprima 3
  • Peugeot 208 XY - anteprima 4
  • Peugeot 208 XY - anteprima 5
  • Peugeot 208 XY - anteprima 6

Peugeot ha rinnovato nella primavera del 2012 il proprio modello di punta, la Peugeot 208
, più compatta rispetto alla 207 e con un design che sembra più vicino a modelli di successo della casa francese in questa categoria, a cominciare dall'indimenticata 205. E come per questo modello, iniziano fin da subito ad essere proposte versioni speciali, dotate di finiture esclusive o di maggiore sportività. Dopo la presentazione in forma di concept car al Salone di Ginevra 2012, debuttano quindi al Salone di Parigi (29 settembre - 14 ottobre 2012) le versioni definitive dell'inedita Peugeot 208 XY e della Peugeot 208 GTI, riproponendo con quest'ultima una sigla "storica" che ottenne grande popolarità proprio con la 205.

CARREGGIATE ALLARGATE E NUOVI GRUPPI OTTICI
Se la Peugeot 205 uscì anche con versioni speciali, come la Roland Garros, dotate di finiture specifiche, ora la 208 XY vuole andare ancora oltre, proponendo un allestimento che potrebbe essere definito "premium"; la 208 GTi, invece, intende riproporre in chiave moderna un'icona sportiva del passato. Entrambe le vetture hanno carrozzeria a 3 porte e carreggiate allargate di 10 mm all'avantreno e di 20 mm posteriormente, con l'impiego di elementi applicati alla carrozzeria a filo con le ruote; anteriormente sono previsti nuovi proiettori alogeni con luce-guida "flat-guide" di ultima generazione, LED per gli indicatori di direzione e le luci diurne, e una modanatura sospesa del gruppo ottico che ricorda la pupilla di un felino. Anche la calandra è lievemente differente, con un profilo cromato un po' più largo; la 208 XY ha tre barre orizzontali a sbalzo sul fascione nero sulla 208 XY, mentre la GTi propone inserti in cromo lucido sulla griglia nero lucido, come una sorta di bandiera a scacchi tridimensionale.

ABITACOLO CON FINITURE SPECIFICHE
L'abitacolo è invece arricchito, in entrambe le versioni, con un battitacco in alluminio con il logo Peugeot, il rivestimento della zona alta in un’armonia scura, e la copertura in TEP PU della fascia della plancia con impunture a vista, che accrescono l'idea di artigianalità; anche i rivestimenti dei sedili sono specifici, mentre le tonalità di colore sono diverse a seconda del modello, Purple per la XY e rosso per la GTi. Anche la strumentazione, posta in alto come in tutte le 208, ha una grafica e un'illuminazione specifica, con profili cromo satinati retroilluminati da LED, e fondo in alluminio spazzolato. Altri dettagli di finitura nell'interno sono stati modificati rispetto alla 208 di serie, ad esempio con profili in finiture cromo Bélem e con l'impiego di pedaliera e poggiapiedi in alluminio.

208 XY, LA "URBAN-CHIC"
Oltre a queste caratteristiche d'insieme, ogni versione ha poi un sua personalità specifica. La 208 XY viene definita "urban-chic", e intende porsi come alternativa alle compatte "premium" della categoria. La versione di serie è proposta in sei colori, tra cui l'inedito Purple Night, e con dettagli cromati, bordini Purple sui loghi Peugeot e sulle borchie centrali dei cerchi multirazze Mercure da 17" nei toni diamantato e antracite, e decorazione in cromo lucido per gusci dei retrovisori, profili dei fendinebbia e della finestratura e fregio del fascione paraurti posteriore; nel pannello laterale posteriore e sul montante centrale sono poi previsti alcune finiture nero lucido. La XY è anche personalizzabile con adesivi per il tetto, mentre all'interno spiccano le impunture a vista Purple e il rivestimento dei sedili in tessuto Mithy, in TEP PU Prestige e in Alcantara, ma sono previsti anche rivestimenti specifici, come pelle Club Nappa, nero o bronzo, p in combinazione con l'Alcantara. La XY dispone del tetto panoramico Ciel e del clima bizona e, tra gli optional, i sedili riscaldati, il sistema di navigazione assistita e il Park Assist con manovre di parcheggio automatiche mediante sensori perimetrali.

208 GTI, UNA SIGLA CHE VIENE DAL PASSATO
Più semplice, ma anche più rischioso, era ricreare l'appeal sportivo della 205 GTi sulla nuova 208. Le modifiche estetiche adottate riguardano il doppio terminale di scarico cromato e trapezoidale che attraversa l’estrattore posteriore nero lucido, la "firma" alla fine dei finestrini che ricorda l'originaria GTi, la modanatura del pannello laterale posteriore con il logo GTi in cromo lucido e rosso, gli elementi in rosso come le pinze dei freni, la guarnizione inferiore della calandra, le lettere del logo Peugeot. L'abitacolo mantiene la stessa tonalità della carrozzeria esterna, abbinando nero, rosso e cromo satinato, e con impunture a vista rosse. I sedili sono in pelle Club Nappa pieno fiore e tessuto a maglia Caro, con un inserto rosso, mentre la plancia ha una decorazione con toni sfumati dal rosso al nero. Importanti sono gli interventi per migliorare le doti stradali, compiuti sullo sterzo, e su ammortizzatori, barre antirollio, culla anteriore e traversa posteriore; la gommatura 205/45, con cerchi da 17" diamantati, e i dischi ventilati anteriori da 302 mm e posteriori da 249 mm, raffreddati con prese d’aria dinamiche, sono specifici per la GTi.

TUTTI MOTORI 1.6 LITRI DA 92 a 200 CV
A livello internazionale (la gamma italiana è ancora in corso di definizione), è ampia la scelta dei motori per la Peugeot 208 XY, tutti di cilindrata 1.6 litri: e-HDi da 92 CV e 155 CV, VTi da 120 CV e THP da 120 CV e 155 CV; i turbodiesel e-HDi sono dotati di sistema Start& Stop, mentre il cambio manuale è a 5 marce per tutte le versioni (a 6 rapporti solo per e-HDi 115 CV e THP 155 CV), e il robotizzato a 6 marce è disponibile per l'e-HDi da 92 CV. La 208 GTi monta invece il 1.6 16V THP da 200 CV con cambio meccanico a 6 rapporti ravvicinati, capace di una coppia massima di 275 Nm, accelerazione da da 0 a 100 km/h in meno di 7 secondi, passaggio da 80 a 120 km/h in meno di 7 secondi in quinta e, grazie al peso di circa 1.160 kg, emissioni di CO2 contenute in 145 g/km.

Galleria fotografica - Peugeot 208 GTiGalleria fotografica - Peugeot 208 GTi
  • Peugeot 208 GTi - anteprima 1
  • Peugeot 208 GTi - anteprima 2
  • Peugeot 208 GTi - anteprima 3
  • Peugeot 208 GTi - anteprima 4
  • Peugeot 208 GTi - anteprima 5
  • Peugeot 208 GTi - anteprima 6

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , Peugeot , auto europee , parigi


Top