dalla Home

Attualità

pubblicato il 30 agosto 2012

Bollo auto: la giungla dei pagamenti online

Pagare attraverso il web le tasse automobilistiche si può, ma spesso i sistemi di pagamento previsti dalle Regioni funzionano poco e male. E non sempre conviene

Bollo auto: la giungla dei pagamenti online

Siete in ritardo col pagamento del bollo auto, succede, ma vi riesce difficile recarvi presso gli sportelli Aci, a un'agenzia, alle poste o ancora in tabaccheria. Una soluzione ci sarebbe: il pagamento online. "Che comodità! Così faccio in un attimo", direte tra voi e voi, compiaciuti della vostra "furbizia". Digitate su Google le parole chiave "bollo auto pagamento online" e scoprirete che nel nostro paese concetti bellissimi come "digitalizzazione" e "semplificazione" sono ancora fantascienza. Cercare il canale di pagamento e l'importo corretto per pagare via web la tassa di possesso dell'automobile significa avventurarsi in una giungla inestricabile creata dalle Regioni, che dal 1999 hanno competenza in materia di tasse automobilistiche. Per quanto riguarda i pagamenti online, infatti, ognuna fa di testa sua, con decine e decine di procedure differenti, alcune paradossalmente neanche troppo convenienti rispetto ai metodi di pagamento tradizionali.

BOLLONET ACI: FUNZIONA, MA E' IL PIU' COSTOSO
Il miglior servizio di pagamento online che abbiamo trovato ci è sembrato il BolloNet dell'Aci che consente di calcolare e poi pagare con carta di credito l'importo del bollo attraverso un sistema abbastanza semplice. Peccato però che funzioni solo per i residenti in Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Puglia, Toscana, Umbria e nelle province autonome di Bolzano e Trento, enti che hanno delegato all'Automobil Club nazionale i servizi di riscossione delle tasse automobilistiche. Sul portale dell'Aci c'è anche la Lombardia, che però ha un sistema separato in quanto, si legge sul sito, i dati necessari al funzionamento sono "presenti negli Archivi della Regione Lombardia gestiti da 'Lombardia Informatica S.p.A.'". Si vede che i lombardi si fidano poco e vogliono che i loro preziosissimi dati rimangano in casa... Il servizio Bollonet funziona abbastanza bene, però non è conveniente: chi non è socio Aci paga una commissione di 1,87 euro a cui si aggiunge l'1,2% sul totale dovuto. Il tabaccaio o l'agenzia fanno pagare solo 1,87 euro, mentre alle poste la commissione si riduce a 1,30 euro.

PERCHE' I SITI DEGLI ENTI PUBBLICI SONO TUTTI DIVERSI?
E per chi risiede nelle altre regioni? Non rimane che consultare i rispettivi siti Internet e sperare che sia presente un sistema di pagamento online. Il problema è trovarlo e poi capire come funziona, dal momento che i siti delle Regioni sono per la stragrande maggioranza inspiegabilmente incasinati e zeppi di malfunzionamenti. Provate a capire come si fa a pagare il bollo nella sezione apposita del sito della Regione Marche, mentre sembra abbastanza chiaro quello della Regione Lombardia, attivo anche in versione mobile che però fa pagare 1,50 euro ad operazione. Lo stesso non si può dire per quello, piuttosto difficile da trovare, della Regione Calabria, ma ancora peggio è riuscita a fare la Campania, che parla di pagamenti online ma non spiega come si effettuino. Veneto e Liguria hanno invece adottato un sistema identico, chiamato Infobollo (qui quello ligure e qui quello veneto), che fa sorgere un quesito: perché i siti web degli enti pubblici sono tutti diversi?. E visto che si parla tanto di spending review, ci permettiamo di suggerire al premier Monti: faccia adottare una struttura standard per comuni, province, regioni, ministeri. I vantaggi sarebbero enormi: taglio netto dei costi di realizzazione, sviluppo e mantenimento e una migliore usabilità per l'utente, dal momento che quelli attuali sono impossibili da navigare. Si eviterebbero pagine imbarazzanti come quella sul sito della Regione Sicilia, appena due righe buttate a caso per dire: il bollo auto è competenza dell'Agenzia delle Entrate, prendetevela con loro.

PROVATE CON L'INTERNET BANKING
Un consiglio che vi possiamo dare è: armatevi di pazienza e cercate quali sono le banche convenzionate con la vostra Regione per il servizio di riscossione: spesso le commissioni per il pagamento online del bollo sono gratuite, come nel caso di Intesa-San Paolo e Banca Popolare di Sondrio in Lombardia. Se siete correntisti di un istituto bancario convenzionato siete fortunati, ma avrete ancora bisogno di conoscere l'importo esatto da versare. Funziona molto bene il servizio calcolo bollo dell'Aci, mentre ha qualche pecca piuttosto grave il servizio analogo dell'Agenzia delle Entrate: chissà perché funziona dalle 7 alle 24, anche se i computer non vanno mai a letto, mentre il calcolo della tassa è misteriosamente non disponibile per i residenti della provincia di Bolzano "su richiesta della provincia autonoma ", avverte il sito. L'Agenzia delle Entrate mette a disposizione inoltre un altro strumento che permette di controllare i dettagli dei pagamenti del bollo effettuati presso le tabaccherie, agenzie di pratiche auto, Poste e Aci. Peccato che anche questo funzioni dalle 7 alle 24 ed è disponibile solo per i residenti di Marche Friuli Venezia Giulia, Sardegna, Sicilia e Valle D'Aosta.

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top