dalla Home

Tuning

pubblicato il 29 agosto 2012

G-POWER 1M Coupé by G-Power

435 CV e 590 Nm per sfidare la M3

G-POWER 1M Coupé by G-Power
Galleria fotografica - G-POWER 1M Coupé by G-PowerGalleria fotografica - G-POWER 1M Coupé by G-Power
  • G-POWER 1M Coupé by G-Power - anteprima 1
  • G-POWER 1M Coupé by G-Power - anteprima 2

Il preparatore tedesco G-Power ha sviluppato uno specifico programma di elaborazione per la BMW 1M Coupé, vettura che per tipologia e dimensioni si avvicina molto alle storiche compatte sportive BMW destinate anche alle piste. L'intervento ha riguardato numerosi componenti della vettura, al fine di raggiungere prestazioni vicine a quelle della più grande M3. Si parte, ovviamente, dal motore: il 6 cilindri in linea BMW 3 litri è dotato di un sistema di sovralimentazione realizzato da G-Power, l'elettronica è stata interamente rivista, così come il software di gestione e gli impianti di alimentazione e scarico -quest'ultimo firmato Titanium, dal peso inferiore di 20 kg rispetto all'originale, e dotato di quattro terminali in carbonio che garantiscono un suono sportivo, ulteriormente aumentabile con un pulsante fino a livelli "racing". Il costo dell'elaborazione al motore (siglata Bi-Tronik V3) e del nuovo scarico è di 10.238 euro, installazione esclusa.

A fronte di queste modifiche, si ottengono 435 CV a 6.000 giri/min e 590 Nm a 1.500 giri/min in luogo dei 340 CV e 500 Nm del modello standard: la potenza è superiore rispetto alla M3 di 15 CV e la coppia di ben 195 Nm. L'accelerazione dichiarata da 0 a 100 km/h è pari a 4,5 secondi, con una velocità massima di 300 km/h. Altre modifiche previste dal pacchetto sono i cerchi G-Power Silverstone da 20", dal tipico disegno a doppio raggio, che montano pneumatici Michelin 255/30 ZR 20 e 295/25 ZR 20; ruote e gomme hanno un costo complessivo di 4.474,78 euro. La 1M Coupé by G-Power può adottare anche le sospensioni coil-over a regolazione continua dell'altezza GM1-RS (1.721 euro), con 9 tipi differenti di regolazioni. Rivisti, infine, anche i freni (pompe a 6 pistoncini e dischi fino a 396 mm di diametro), che garantiscono una frenata più incisiva e un miglior smaltimento del calore; è disponibile anche l'impianto con dischi carboceramici, che riduce le masse non sospese del 50% rispetto ai dischi in acciaio. L'impianto ceramico ha un costo di 14.460,50 euro (anteriore) e 11.778,15 euro (posteriore), mentre le corrispondenti versioni in acciaio costano 6.466,38 e 4.785,71 euro.

Autore: Redazione

Tag: Tuning , tuning


Top