dalla Home

Home » Argomenti » Bollo e Tasse

pubblicato il 24 agosto 2012

Bollo auto, la Toscana ha dichiarato guerra agli evasori

La Regione vuole recuperare i circa 250 milioni di euro evasi dal 2009. Ma molti automobilisti sono "senza soldi"

Bollo auto, la Toscana ha dichiarato guerra agli evasori

Prima o poi la stretta sugli automobilisti doveva arrivare. Quando a febbraio 2012 in piena crisi i controlli a tappeto della Guardia di Finanza prendevano di mira le auto di lusso, OmniAuto.it aveva spiegato agli italiani cosa stavano rischiando a non pagare il bollo auto. Adesso che la crisi è ancora più acuta è arrivata la notizia che la Toscana si è messa all'opera e vuole recuperare i circa 250 milioni di euro che 900mila toscani non avrebbero pagato. Una cifra considerevole, ma comunque relativa ad una sola Regione. Se si allarga lo sguardo all'intera Penisola è risaputo che lo Stato perde circa un miliardo all'anno per via dell'evasione del bollo auto. Ben vengano quindi quei controlli che riportano i soldi nelle casse pubbliche.

Peccato che ci sia voluta una crisi come questa per "svegliare" le autorità. Da metà luglio molti residenti in Toscana hanno cominciato a ricevere cartelle di Equitalia per bolli non pagati nel 2009. Altri 361 mila hanno ricevuto "avvisi bonari" ovvero inviti a pagare bolli del 2010. Ulteriori 200mila automobilisti stanno per ricevere la cartella di Equitalia per bolli non pagati nel 2010. Il problema grave però è che "ci sono persone che si presentano agli sportelli con gli avvisi per chiedere se è possibile fare pagamenti dilazionati, oppure vogliono sapere quanto gli costa rinviare ancora il versamento...", come spiega Alessandra Rosa, direttore regionale dell'ACI. La situazione economica è grave e questo recupero crediti poteva arrivare prima.

Autore:

Tag: Attualità , bollo auto


Top