dalla Home

Test

pubblicato il 25 agosto 2012

Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive

L’ammiraglia gratifica con il comfort, la potenza e la silenziosità di viaggio, un po’ meno con l’automatico 5 marce. Migliorabili alcune finiture

Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive
Galleria fotografica - Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TESTGalleria fotografica - Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TEST
  • Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TEST - anteprima 1
  • Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TEST - anteprima 2
  • Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TEST - anteprima 3
  • Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TEST - anteprima 4
  • Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TEST - anteprima 5
  • Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive - TEST - anteprima 6

Lancia Thema è un nome riporta alla mente una delle più apprezzate ammiraglie italiane, quella che negli anni Ottanta del secolo scorso contribuiva a mantenere alta la stima del pubblico verso la Casa torinese. Con lo stesso rispetto ci siamo apprestati a provare la nuova Lancia Thema di origini americane, che negli USA e nelle isole britanniche viene venduta come Chrysler 300. Per la precisione la vettura del nostro test è una Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive, il top di gamma fra le motorizzazioni a gasolio, venduta ad un prezzo base di 50.900 euro. La nostra curiosità principale è capire fino a che punto la nuova Thema può confrontarsi con l’agguerrita concorrenza tedesca, storicamente abituata a dominare il segmento delle berline medio-grandi di lusso.

AMERICANA E “MINISTERIALE” QUANTO BASTA
L’aspetto esteriore della nuova Lancia Thema è di sicuro impatto, importante e lussuoso allo stesso tempo, sottolineato da una quantità di opulente cromature che trova riscontro solo sulle più ricche ammiraglie inglesi. Anche il design caratterizzato da una massiccia linea di cintura e dai bassi finestrini del padiglione riprende in chiave moderna e aggiornata quegli stilemi che già erano piaciutI agli acquirenti della precedente Chrysler 300C. Le forme sono ispirate alla tradizione USA più che a quella avviata da Vincenzo Lancia, ma nell’insieme la vettura risulta piacevolmente massiccia e con un aspetto “ministeriale” che per Lancia è un vero classico. Il colore marrone scuro (Luxury brown) della nostra Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive contribuisce a darle un tocco di ulteriore eleganza, mentre i cerchi da 20” di serie riempiono alla perfezione i passaruota.

SALOTTO BUONO
La stessa impostazione extralusso la si ritorva nell’abitacolo, dove spiccano le sellerie Poltrona Frau in pelle Nappa bicolore Mocaccino traforata sulla doppia tonalità del marrone. La pelle si estende fin sulla plancia e si sposa con gli inserti in legno su console centrale e pannelli porta. Questo trionfo di finiture artigianali si scontra però con la presenza di dettagli un po’ meno ricercati come ad esempio la plastica del cassetto porta oggetti poco gradevole al tatto, l’eccessivo utilizzo di dettagli cromati (anche in alternanza a finiture opache) e l’adozione di una curiosa luce azzurra per la strumentazione. Anche l’orologio analogico che domima la plancia, con la sua base in plastica cromata, pare non all’altezza del resto degli interni. I sedili sono invece comodi e accoglienti, accessibili attraverso grandi portiere che hanno un angolo di apertura di quasi 90 gradi. Gli occupanti della Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive, siano quattro o cinque, hanno a disposizione un ambiente largo, comodo e lussuoso che appaga fino in fondo, a patto che non ci si soffermi sui già citati dettagli un po’ “cheap”. Anche il bagagliaio risulta grande e ben sfruttabile, nonostante la soglia di carico piuttosto alta; peccato che aprendo il cofano posteriore l’acqua piovana che vi si può accumulare sopra tenda a cadere nel vano di carico.

TAPPETO VOLANTE CON QUALCHE PECCA
In movimento la nostra Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive conferma le sue doti di vera ammiraglia: comoda, silenziosa e perfettamente isolata dal mondo esterno. I fruscii aerodinamici quasi non raggiungono l’abitacolo e l’ambiente in pelle Poltrona Frau aggiunge piacevolezza ad un livello di insonorizzazione che non è intaccato neppure dalla presenza dei grandi pneumatici 245/45 Z 20. Il volante rivestito in due pellami con anello cromato soddisfa solo parzialmente il tatto del guidatore e crea dei riflessi fastidiosi sia di giorno che di notte, un po’ come la strumentazione azzurro/cromo che oltretutto pecca in leggibilità e chiarezza. Il Cruise Control adattivo contribuisce ad accrescere la comodità nei lunghi viaggi autostradali e risulta esente da incertezze o errori nel rilevamento delle vetture che precedono. Una dotazione piuttosto rara, molto americana e altrettanto utile, è quella del doppio porta bibite sul tunnel centrale, riscladabile o rinfrescabile elettricamente alla bisogna. Meno efficace è invece il sistema di raffrescamento dei sedili anteriori, debole e poco avvertibile sia sulla seduta che nello schienale. Quest’ultimo sistema è poi attivabile solo attraverso il touchscreen centrale, esattamente come la direzione dei flussi aria del climatizzatore o l’attivazione della tendina parasole sul lunotto, cosa che risulta a volte poco pratica. Dal canto suo la climatizzazione è potente e abbastanza precisa nel mantenere la temperatura impostata, così come l’impianto audio Alpine che propone un grande impatto sonoro.

BENE IL MOTORE, MENO IL CAMBIO
Sul versante della dinamica di guida la Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive mostra una serie di aspetti contrastanti che pur fornendo un quadro nel complesso positivo, non convince totalmente. Per partire dal lato più brillante si può citare il propulsore, il generoso V6 turbodiesel della VM Motori che dà sempre il meglio per proiettare in avanti una vettura che pesa pur sempre 2 tonnellate; il motore gira bene e la sua coppia di 550 Nm fra 1.800 e 2800 giri/min aiuta a togliersi d’impaccio anche nei sorpassi più rapidi. Nel complesso il cofano anteriore cela quindi un’ottima unità, perfettamente adatta alle caratteristiche di un’ammiraglia come la nuova Thema. Il rovescio della medaglia è invece il cambio automatico a 5 rapporti, una trasmissione che non può paragonarsi ai più evoluti sistemi a 7 o 8 marce della concorrenza tedesca, né per rapidità o dolcezza di funzionamento, né per efficienza. Il prossimo arrivo dell’8 marce sulla Thema (ora riservato al 3.6 benzina Pentastar) non potrà che migliorare le cose. Un’altra nota stonata arriva dall’assetto, che sulla nostra vettura con cerchi da 20” tende a trasmettere con troppa invadenza nell’abitacolo le sconnessioni dell’asfalto; con l’andare dei chilometri le buche e i dossi finiscono per stancare chi guida, alle prese con leggeri balzi, beccheggi e piccole correzioni da impartire al volante. Su strade prive di asperità le cose migliorano e i limiti di tenuta risultano molto alti in ogni condizione di guida, con la trazione posteriore che permette anche qualche derapata di potenza. A livello di consumi il nostro percorso standard di circa 1.000 chilometri (autostrada/superstrada/statale) ha permesso alla Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive di ottenere un consumo medio di 7,2 l/100 km, con punte in “economy run” di quasi 6,5 l/100 km.

PIU’ ECONOMICA DELLE TEDESCHE
La Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive oggetto della nostra prova ha un prezzo di listino di 50.900 euro, già comprensivo di cerchi da 20”, fari Bi-Xenon, sistema Uconnect con navigatore, Cruise control adattivo, telecamera di retromarcia e interni in pelle estesi. Gli unici optional disponibili sono il tetto panoramico in vetro (1.500 euro) e la vernice metallizzata (1.000 euro), entrambi presenti sulla vettura provata, che portano il prezzo finale a quota 53.400 euro. Questa cifra pare allineata a quella richiesta per le Audi A6, BMW Serie 5 e Mercedes Classe E di cilindrata e potenza simile. In realtà dotando le citate tedesche con equipaggiamenti e finiture simili è facile spendere 20.000 euro aggiuntivi, o più. Nel complesso possiamo quindi concludere che la Lancia Thema 3.0 Mjet 239 CV Executive è una vettura molto comoda e spaziosa che rispetto alle tedesche di pari prezzo base offre una dotazione più ricca. Spetta poi al cliente decidere se vale la pena sborsare cifre maggiori per le suddette berline teutoniche, che rappresentano ancora il riferimento in fatto di tecnologia, finiture e design.

[Foto: Marco Valerio Condorelli]

Scheda Versione

Lancia Thema
Nome
Thema
Anno
2011 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
superiore
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Lancia , auto italiane


Listino Lancia Thema

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
3.0 V6 Mijet II 190cv Platinum E5(AT 5m) posteriore diesel 190 3.0 5 € 43.900

LISTINO

3.0 V6 Mjet II 239cv Platinum E5 (AT 5m) posteriore diesel 239 3.0 5 € 46.900

LISTINO

3.6L V6 Bz Pentastar 286cv Platinum AT8m posteriore benzina 286 3.6 5 € 46.900

LISTINO

3.0 V6 Mjet II 239cv Executive E5(AT 5m) posteriore diesel 239 3.0 5 € 50.900

LISTINO

 

Top