dalla Home

Home » Argomenti » Auto e Salute

pubblicato il 23 agosto 2012

Dossier Auto e Salute

Come si evita il mal d'auto

I medici consigliano di mangiare poco e spesso, evitare fattori nocivi come il fumo o l'aria viziata

Come si evita il mal d'auto

Pallore, sudorazione fredda, ansietà, nausea e possibile vomito irrefrenabile e ripetuto. I sintomi del mal d'auto sono purtroppo ben conosciuti da molti italiani e i medici chiamano questa ''malattia da movimento'' cinetosi. Non riguarda solo i viaggi in auto, ma anche quelli in nave, aereo e treno e si manifesta perché si possiedono strutture dell'equilibrio nell'orecchio interno (apparato vestibolare) particolarmente delicate. Nella maggior parte dei casi la cinetosi è ereditaria e non crea problemi quando il viaggio si interrompe. Tuttavia non bisogna sottovalutare il problema se si soffre, per esempio, di una cardiopatia, perché potrebbero insorgere complicazioni, soprattutto per lo sforzo sul torace provocato dal vomito. Per evitare di stare tanto male è possibile seguire alcune accortezze. Vediamole di seguito.

EVITARE IL MAL D'AUTO SENZA FARMACI
Senza ricorrere a farmaci è possibile tenere a freno i sintomi del mal d'auto con alcuni piccoli, ma importanti accorgimenti. Come molti già sapranno è bene non mettersi in auto a stomaco pieno o dopo aver bevuto parecchio. Il viaggio è più sopportabile se si mangia poco e spesso, preferendo cibi semplici e secchi come cracker, grissini, ventagli dolci... e le bevande devono essere ridotte al minimo con un divieto particolare alle bibite gassate e ai succhi di frutta acidi. E' poi noto che la postazione può fare la differenza. Chi soffre di mal d'auto è bene che si sieda davanti o che, se possibile, guidi. Questo perché la parte anteriore della vettura è la più stabile, così come lo è la zona centrale della nave o quella limitrofa all'ala dell'aereo. Una buona regola, specialmente quando non è possibile sedersi sui sedili anteriori è non leggere, limitare i movimenti della testa e del corpo e guardare il paesaggio mantenendo lo sguardo circa a 45 gradi al di sopra dell'orizzonte. Anche l'aspetto psicologico non va dimenticato e occorre non focalizzarsi sulla paura di sentirsi male. Ecco perché quando a viaggiare sono i bambini è bene farli distrarre con giochi che tengano la loro mente impegnata. La Società Italiana di Infettivologia Pediatrica suggerisce a questo proposito di viaggiare di notte. Infine, se si vuole evitare il mal d'auto, bisogna eliminare i fattori nocivi come il fumo o l'aria viziata e assicurarsi un continuo ricambio dell'aria.

AIUTARSI CON LA MEDICINA
I suggerimenti finora elencati, se messi in pratica alla lettera, possono ridurre il mal d'auto, ma non eliminarlo del tutto. Per viaggiare più sereni è sempre consigliabile assumere farmaci. Per le percorrenze più brevi si consigliano antistaminici in compresse o supposte oppure gomme da masticare come Travelgum che vanno assunti almeno mezz'ora prima della partenza e garantiscono un'efficacia limitata a 4-6 ore. Per gli spostamenti più lunghi è invece preferibile assumere i cerotti transdermici (Transcop) che si applicano dietro l'orecchio (in una zona priva di capelli). In questo caso è fondamentale ricordarsi di effettuare l'applicazione almeno due ore prima dell'inizio del viaggio perché l'efficacia massima si ha dopo 6-8 ore e dura fino a 3 giorni. Tra gli effetti collaterali più comuni si segnala la sonnolenza, pertanto sarebbe bene evitare questo tipo di farmaci se si ha la necessità di guidare. Anche chi soffre di glaucoma o ipertrofia della prostata deve evitarli. Ricordiamo che in tutti i casi è bene non bere alcolici e che in alternativa si può sempre ricorrere al rimedio della nonna: bere un bicchiere di succo di limone, il più possibile puro. "La nausea passa all'istante". Dicono alcuni.

Leggi altri articoli su Auto e Salute.

Autore:

Tag: Da Sapere , salute


Top