dalla Home

Mercato

pubblicato il 25 luglio 2012

Francia, Hollande vara gli incentivi auto

Oltralpe l'industria auto è in affanno. Il Governo lancia un piano di sostegno che punta su elettriche e ibride con incentivi fino a 7.000 euro

Francia, Hollande vara gli incentivi auto

Contro la crisi dell'industria automobilistica che tiene in apprensione sia Renault che PSA Peugeot Citroen, che ha già annunciato per i prossimi mesi un maxitaglio di 8.000 posti di lavoro e la chiusura dello stabilimento di Aulnay, il Governo francese vara un piano di sostegno al comparto auto che punta soprattutto a far decollare l'auto elettrica e ibrida, su cui entrambe i costruttori transalpini hanno fortemente puntato negli ultimi anni.

Il piano del Governo di Parigi prevede un incentivo all'acquisto di 7.000 euro contro i 5.000 euro precedenti per l'acquisto di una vettura elettrica e di 4.000 euro contro i 2.000 per quanto riguarda le motorizzazioni ibride. In programma anche l'aumento di 100/150 euro del programma bonus/malus in vigore dal 2007, una detrazione o un addeebito sulle imposte per le vetture più o meno virtuose in termini di emissioni di CO2. Il piano stabilisce inoltre che almeno il 25% del parco vetture della pubblica amministrazione sia composto da auto elettriche e ibride. Nei giorni scorsi il premier Ayrault ha convocato il presidente del direttorio di Peugeot Philippe Varin, mentre nelle prossime ore è previsto un colloquio con Louis Schweitzer, presidente onorario di Renault, ai quali è stato chiesto di minimizzare gli effetti della crisi sull'occupazione.

Autore:

Tag: Mercato , auto elettrica


Top