dalla Home

Novità

pubblicato il 24 agosto 2012

Nuova Honda CR-V

Tante novità per la quarta generazione della SUV giapponese che debutterà al Salone di Parigi

Nuova Honda CR-V
Galleria fotografica - Nuova Honda CR-VGalleria fotografica - Nuova Honda CR-V
  • Nuova Honda CR-V - anteprima 1
  • Nuova Honda CR-V - anteprima 2
  • Nuova Honda CR-V - anteprima 3
  • Nuova Honda CR-V - anteprima 4
  • Nuova Honda CR-V - anteprima 5
  • Nuova Honda CR-V - anteprima 6

Giunge alla quarta generazione la Honda CR-V, SUV compatto nato nel 1995 - ma lanciato in Europa due anni dopo - e venduto in tutto il mondo in oltre 5 milioni di esemplari. La nuova CR-V segue la via tracciata dalla terza generazione, ma diventa più filante e leggera, consentendo prestazioni migliori e soprattutto maggiori economie, anche per il debutto dell'inedita versione 2WD solo con motore a benzina. La nuova CR-V è un a vettura completamente ridisegnata con caratteristiche specifiche per il mercato europeo, ed è prodotta come la precedente nello stabilimento inglese di Swindon. Il lancio è previsto a fine anno, dopo il debutto pubblico al Salone di Parigi (27 settembre-14 ottobre 2012).

LINEA PIÙ COMPATTA, AERODINAMICA ED EFFICIENTE
Il contesto generale di downsizing, che permette, tra le altre cose, di ottenere valori migliori in termini di efficienza complessiva e riduzione dei consumi, fa sì che i nuovi modelli siano spesso più compatti e leggeri dei precedenti, soprattutto proprio tra i costruttori giapponesi. La nuova CR-V riduce, dunque, lo spazio dove non serve: la lunghezza si riduce di 5 mm (4.570 mm) e l'altezza di ben 3 cm (1.630 mm). Nelle intenzioni del capo progetto, Ryouji Nakagawa, la nuova CR-V costituisce un ottimo bilanciamento tra "l'efficienza di un'automobile e la funzionalità e sicurezza di un SUV", e in effetti anche il design esterno, firmato da Manabu Konaka, mantiene elementi "forti" tipici di una vettura off-road, ma risulta più aerodinamico e scolpito, con tratti originali e molto legati alla tradizione giapponese visti anche nella recente Civic: tra questi, la mascherina scura -ora meglio raccordata con lo scudo sagomato e dotato di protezione inferiore, il particolare profilo della finestratura laterale che si chiude con una singolare forma appuntita, e la coda con le luci verticali tipiche di tutte le CR-V, ma trattate in modo più tridimensionale e con l'impiego di LED -questi e le luci diurne anteriori sono caratteristiche del solo modello europeo. I cerchi in lega di serie sono da 18", con altri due tipi di cerchi da 19" in opzione.

PIÙ SPAZIO DENTRO
Se le forme esterne risultano più compatte, quelle interne sono addirittura aumentate, grazie al design e ad alcuni specifici accorgimenti. Il parabrezza anteriore è stato spostato in avanti di 60 mmm alla base, con un cofano più corto ma più spazio per l'abitacolo; i sedili sono stati collocati più all'esterno grazie a nuovi rivestimenti porta più concavi, e il sedile posteriore ha una seduta più bassa di 38 mm, che consente anche uno spazio maggiore in altezza. Più grande anche il bagagliaio, con una capienza (con il ruotino di scorta) da 589 a 1.648 litri, che corrispondono a 147 litri in più rispetto al modello precedente; il vano è più lungo di 140 mm, per un totale di 1.57 m, e con la possibilità di ribaltare facilmente il divano asimmetrico 60/40 con un solo movimento. La plancia ha una forma ondulata, con la leva del cambio alta e una distribuzione di strumentazione e comandi su più livelli, come in altre vetture della casa; tal centro, il Multi-Information Display "intelligente" (i-MID), che include il controllo di 5 funzioni, tra cui audio, telefono e, se previsto, navigatore. I materiali utilizzati sono stati scelti in base agli standard europei, ed è stata ridotta la rumorosità complessiva.

DUE MOTORI E DUE CAMBI
I motori della CR-V al lancio sono i già noti 2.0 i-VTEC a benzina e il 2.2 i-DTEC diesel, giunti alla terza generazione. Il 4 cilindri turbodiesel in alluminio i-DTEC a 16 valvole mantiene 150 CV di potenza e 350 Nm di coppia massima, ma con un taglio delle emissioni di CO2 del 12%, da 171 a 149 g/km, nella versione con cambio manuale a 6 marce, e da 195 a 174 g/km in quella a trasmissione automatica a 5 marce. Il motore a benzina 2 litri i-VTEC aumenta invece la potenza da 150 a 155 CV, ma riducendo le emissioni di CO2 da 192 a 173 g/km (cambio manuale) o da 195 a 175 g/km per l'automatica; con questo motore è disponibile anche l'inedita versione a due ruote motrici (168 g/km), introdotta per assecondare la richieste del mercato europeo. Per migliorare il risparmio energetico viene adottato il sistema ECO Assist, che suggerisce lo stile di guida per diminuire i consumi, e comprende funzioni come il pulsante ECON che, solo per il modello a benzina, cambia i parametri dell'acceleratore e del cruise control, e interviene su accessori che assorbono energia come il condizionatore. Il sistema Idle Stop, adottato di serie su tutti i modelli con cambio manuale, permette infine da solo una riduzione fino a 5 g/km di CO2.

MULTI-LINK DIETRO, NUOVA TRAZIONE INTEGRALE E TANTA ELETTRONICA
La nuova CR-V ha ricevuto anche aggiornamenti meccanici per migliorare le performance stradali, ancora più simili a quelle di un'automobile: le sospensioni McPherson all'anteriore, ora più compatte, e quelle a 3 bracci al retrotreno hanno una diversa taratura per adattarsi meglio a diverse condizioni stradali; sono inoltre previste per tutti i modelli due barre anti-rollio. La rigidità alla flessione è aumentata del 7% e quella torsionale del 9%, mentre il servosterzo Motion Adaptive electric (MA-EPS) diventa più leggero in manovra e più presente in velocità. Del tutto nuova è anche la trazione integrale Real Time AWD system, che sostituisce il precedente sistema idraulico a doppia pompa: ora è presente una frizione multidisco e una singola pompa idraulica azionata da un motore elettrico, comandato elettronicamente dall'Intelligent Control System; il sistema è più reattivo, è più leggero del 17% (16,3 kg in totale) e riduce gli attriti interni del 59%. Debutta sulla CR-V con cambio automatico anche il sistema Hill Descent Control (HDC) per il controllo delle discese ripide su terreni difficili con velocità da 8 a 20 km/h. Tra gli altri sistemi elettronici troviamo i sistemi di controllo di stabilità (VSA) e trazione, il controllo di stabilità del rimorchio (TSA), l'Adaptive Cruise Control (ACC) che individua la distanza dalla vettura che precede, il sistema di allarme di cambio involontario di corsia (LKAS), che agisce automaticamente anche sullo sterzo, il Collision Mitigation Braking System (CMBS) in grado di allertare e anche di frenare in caso di di avvicinamento ad un ostacolo Prezzi e altri dettagli su opzioni e allestimenti saranno comunicati al lancio.

Scheda Versione

Honda CR-V
Nome
CR-V
Anno
2012 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
medie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Honda , auto giapponesi


Listino Honda CR-V

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
2.0 Comfort 2WD anteriore benzina 155 2.0 5 € 24.100

LISTINO

1.6 Comfort 2WD anteriore diesel 120 1.6 5 € 25.150

LISTINO

2.0 Elegance 2WD anteriore benzina 155 2.0 5 € 27.050

LISTINO

1.6 Elegance 2.0 2WD anteriore diesel 120 1.6 5 € 27.150

LISTINO

2.2 Comfort 4x4 diesel 150 2.2 5 € 29.750

LISTINO

1.6 Lifestyle 2WD anteriore diesel 120 1.6 5 € 29.800

LISTINO

2.0 Elegance 4x4 benzina 155 2.0 5 € 30.200

LISTINO

2.2 Comfort AT 4x4 diesel 150 2.2 5 € 31.350

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top