dalla Home

Attualità

pubblicato il 10 luglio 2012

Auto Diesel cancerogene: per il Codacons vanno sequestrate

Esposto alla Procura di Milano dell'associazione dei consumatori. Regione e Comuni sarebbero responsabili dei danni alla salute

Auto Diesel cancerogene: per il Codacons vanno sequestrate

Le emissioni dei veicoli a gasolio provocano il tumore? E allora vanno ritirati dalla circolazione. E' questa la posizione del Codacons, che ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Milano per chiedere il sequestro di tutti i veicoli Diesel esistenti sul territorio della città di Milano e provincia. L'esposto del Codacons si basa sulle conclusione a cui è giunta poche settimane fa l'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha stabilito con certezza la correlazione fra cancro al polmone ed emissioni inquinanti dei motori Diesel. "La prova inconfutabile del legame tra i gas di scarico dei motori diesel e la diffusione del cancro rende necessario un intervento straordinario da parte della Procura, a tutela della salute dei cittadini. Da qui la richiesta di sequestro dei veicoli diesel, dato che sono una fonte di morte certa" ha dichiarato il presidente del Codacons, l'avvocato Marco Maria Donzelli.

SINDACI E REGIONE COLPEVOLI
Nell'esposto depositato dal Codacons alla Procura milanese si chiede "che l’Ill.mo Procuratore della Repubblica adito voglia accertare il pericolo che la libera disponibilità dei veicoli diesel possa aggravare o protrarre le conseguenze di cui in narrativa e, quindi, voglia ordinare il sequestro preventivo ex artt. 321 c.p.p. di tutti i veicoli alimentati a diesel presenti sul territorio della città di Milano e provincia" e di "accertare la responsabilità del Sindaco pro tempore di Milano e del Presidente della Lombardia per le ipotesi di violazione di legge che si evincono in narrativa", in particolare rispetto ai reati di omissione di atti d'ufficio (328 c.p.) e getto pericoloso di cose (674 c.p.)".

C'E' LA CERTEZZA
Lo scorso 12 giugno l'OMS ha ufficialmente stabilito che gli umani esposti per un periodo prolungato le emissioni dei motori a gasolio, non solo quelli delle automobili, possono sviluppare neoplasie ai polmoni. La classificazione sulla cancerogenicità dei fumi di scarico dei motori Diesel è salita dal Gruppo 2A (agenti probabilmente cancerogeni) al Gruppo 1 (agenti cancerogeni), ovvero il massimo grado di pericolosità per la salute umana. Il punto di partenza è stato una ricerca su un gruppo di minatori. Secondo i risultati, chi vive in città inquinate come Los Angeles, New York o Roma è esposto a livelli di inquinanti paragonabili a quelli a cui è esposto un minatore.

Autore:

Tag: Attualità , inquinamento


Top