dalla Home

Mercato

pubblicato il 4 luglio 2012

Renault Clio e Peugeot 208, francesi contro

Torna à la page il confronto che vide protagoniste Clio e 206, a cui si riallacciano i nuovi modelli

Renault Clio e Peugeot 208, francesi contro
Galleria fotografica - Nuova Renault ClioGalleria fotografica - Nuova Renault Clio
  • Nuova Renault Clio - anteprima 1
  • Nuova Renault Clio - anteprima 2
  • Nuova Renault Clio - anteprima 3
  • Nuova Renault Clio - anteprima 4
  • Nuova Renault Clio - anteprima 5
  • Nuova Renault Clio - anteprima 6

Due francesine con lo stesso charme, storicamente molto amate dagli automobilisti europei, con la nostalgia dei bei tempi andati. Sembra una descrizione appropriata per il faccia a faccia che si prospetta fra la nuova Renault Clio, presentata ieri, e la Peugeot 208, entrambe con lo sguardo rivolto al 1998, anno di nascita della seconda generazione della Clio e della 206: il legame è creato dalla riduzione di dimensioni e peso che le nuove nate mettono in atto ispirandosi alle antenate.

LA LOSANGA SI E' MESSA A DIETA
Iniziamo dai numeri della nuova piccola della Régie: lunghezza, larghezza, altezza, passo registrano valori di 4,06x1,73x1,45-2,59 metri, per una massa ridotta di circa 100 kg rispetto al modello uscente. Tradotto in peso fanno 962 kg, calcolati prendendo come riferimento la versione entry level a benzina della Renault Clio di terza generazione, le cui dimensioni sono rispettivamente di 3,99x1,71x1,50 - 2,58 metri. Ricordando che la Clio del 1998 si attestava su 3,77x1,64x1,42 - 2,47 metri e 880 kg, si può fare un riassunto dell’evoluzione che ha interessato l’utilitaria Renault, che continua ad adottare il pianale - aggiornato e modificato - che nel 2005 guadagnò per primo fra le segmento B le 5 stelle nei crash test Euro NCAP.

ANCHE IL LEONE E' ATTENTO ALLA LINEA
Dalla Losanga al Leone, il posizionamento di prodotto in termini di dimensioni e peso sposa una filosofia analoga: anche per la 208 Peugeot ha messo mano ad un pianale già esistente, fino a raggiungere misure di lunghezza/larghezza/altezza e passo pari a 3,96/1,74/1,46 e 2,54 metri, per una massa di 975 kg. Un riavvicinamento all’enfant terrible Peugeot 206 - che segnava quote rispettivamente di 3,84x1,65x1,43 e 2,44 metri, a fronte di 910 kg - che è avvenuto passando per la più grande 207, taglia forte con i suoi 4,04x1,75x1,47 - 2,54 metri e 1.223 kg.

QUALI SONO I PUNTI DI FORZA
Abbandonando le considerazioni sui trascorsi, tocca ora alle più fresche rappresentanti dell’utilitaria en bleu misurarsi nel combattuto mercato delle piccole. Oltre che a puntare sul design di rottura rispetto al passato (per lo stilista Laurens van den Acker "o la va o la spacca": dopo i prototipi e le auto elettriche è la volta di una novità di prodotto fondamentale), la Renault Clio fa a meno della versione a 3 porte ma si affida a novità meccaniche e tecnologiche: debuttano il 900 cc turbo benzina a 3 cilindri da 90 CV, il cambio doppia frizione EDC, che rende la Clio una delle poche piccole con questa trasmissione, e il sistema infotelematico R-Link che promette d’innovare l’interfaccia con i comandi secondari. La Peugeot 208 risponde invece con la grande cura riservata agli interni, caratterizzati dall’incremento dell’abitabilità interna rispetto alla 207 e dal ripensamento del posto guida, con la strumentazione collocata più in alto per lasciare spazio a un volante piccolo e molto basso. Sul fronte meccanico si segnalano la tecnologia e-HDi dei turbodiesel 1.4 e 1.6 turbodiesel e il tre cilindri a benzina 1.2 VTi da 82 CV. Lasciamo l’ultima parola all’infotainement, dove la 208 risponde alla Clio con uno schermo tattile dall’interfaccia grafica intuitiva e leggibile.

Galleria fotografica - Peugeot 208Galleria fotografica - Peugeot 208
  • Peugeot 208 - anteprima 1
  • Peugeot 208 - anteprima 2
  • Peugeot 208 - anteprima 3
  • Peugeot 208 - anteprima 4
  • Peugeot 208 - anteprima 5
  • Peugeot 208 - anteprima 6

Autore:

Tag: Mercato , auto europee


Top