dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 giugno 2012

Car pooling: è boom in Europa per l'auto condivisa

Condividere i posti auto abbatte le spese, i consumi e l'inquinamento

Car pooling: è boom in Europa per l'auto condivisa

Nel nostro sondaggio di fine 2011, il 75% dei nostri lettori ha dichiarato di non utilizzare il car pooling, la condivisione dei posti in auto. Tuttavia, l'attuale congiuntura economica, l'aumento delle tasse, la riduzione di acquisti di vetture private e l'andamento altalenante dei prezzi dei carburanti potrebbero portare a un mutamento delle abitudini anche nel nostro paese. Un'analisi effettuata dall'azienda di car pooling BlaBlaCar mostra elementi a supporto di queste considerazioni, e rivela una crescita notevole di questo tipo di servizio nel resto d'Europa.

CRESCE IL CAR POOLING IN EUROPA
A livello europeo, la condivisione di posti auto è aumentata, trovando nella crisi economica un importante catalizzatore: lo dimostra l'aumento dal 2009 del 135% anno per anno del numero di auto disponibili per il servizio BlaBlaCar (un'azienda con sede in Francia, ma con sedi in altri paesi europei, compresa l'Italia), raggiungendo un milione di posti in auto disponibili, con 2 miliardi di km percorsi dal 2004 e un risparmio complessivo di oltre 180 milioni di euro solo nell'ultimo anno.

UN LITRO DI BENZINA A 60 CENTESIMI
Il risparmio economico del car pooling, infatti, non è solo "ipotetico", ma è calcolabile: condividendo l’auto con altre tre persone, ad esempio, il prezzo medio della benzina passa da 1.816 euro/litro a 60 centesimi/litro, quello del gasolio da 1.704 euro/litro a 57 centesimi. Considerando un viaggio da Milano a Roma, questo significa un costo per ogni passeggero di 25 euro rispetto ai 75 stimati per il carburante. Si tratta di risparmi che possono raggiungere notevole entità, rispetto agli sconti e alle agevolazioni proposti in quest'ultimo periodo: viaggiare in "gruppo" può permettere di pagare il 75% in meno rispetto a quanto pagherebbe un viaggiatore individuale. Oltre al costo dei carburanti, infatti, ci sono quelli di gestione e mantenimento del veicolo, come bollo, assicurazione, manutenzione, spese di pedaggio, parcheggi, ammortamento, che in Italia ammontano a circa 6.700 euro, per un’auto di media cilindrata e dalla percorrenza annua di circa 10.000 km.

RISPETTO PER L'AMBIENTE
C'è poi un aspetto di carattere ambientale: in Italia le auto circolanti sono oltre 36 milioni e 500.000, pari a 1,7 abitanti per veicolo, che equivalgono a quasi cento milioni di "potenziali" posti liberi ogni giorno; la condivisione dell'auto, al momento attuale, permette già di aumentare la media di "occupazione" del veicolo a 2,8 persone. Viaggiando, poi, con le automobili piene, si potrebbero risparmiare circa 40 miliardi di tonnellate di CO2 ogni anno, e solo in Italia. Un vantaggio non immediatamente percepibile nel portafoglio, ma di indubbio interesse per tutta la collettività.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Attualità , car pooling


Top